Gioca a calcio, colpito da malore A 19 anni finisce in coma

Stefano Foppiani, un calciatore 21enne, ieri pomeriggio è stato ricoverato d'urgenza al Policlinico San Matteo di Pavia dopo essere rimasto vittima di un trauma cranico mentre giocava una partita per l'A.S. Varzi contro la squadra del Groppello nel campo sportivo locale, per il campionato di prima categoria.
È accaduto intorno alle 18.30. L'esatta dinamica dei fatti ieri sera era ancora in via di accertamento. Quel che si sa di certo secondo le testimonianze è che, dopo un'azione di contrasto con un avversario che gli ha richiesto un salto, il giovane calciatore è caduto, sbattendo pesantemente la testa sul terreno. E ha perso subito conoscenza. Vedendo che non si muoveva più i suoi compagni di squadra si sono immediatamente resi conto della gravità dell'accaduto ed hanno lanciato l'allarme.
Un violento trauma cranico, insomma, quello capitato a Foppiani. E dovuto a una casualità. Il ragazzo - studente universitario a Pavia - pare infatti non avesse mai avuto alcun serio problema di salute tant'è che gioca a calcio sin da bambino.
Quando il ragazzo è caduto in campo il gioco è stato fermato immediatamente, la partita è stata sospesa e sono stati chiamati i soccorsi. Sul posto è arrivato il mezzo di base della Croce Rossa di Varzi e l'automedica di Voghera: Varzi, infatti, è una località dell'Oltrepo' collinare. Così il giovane, in ambulanza, ha raggiunto la vicina Rivanazzano e da quella località, dove poteva atterrare l'elisoccorso, è stato trasportato in ospedale a Pavia.
Una volta al Policlinico il giovane è stato sottoposto immediatamente alla Tac ed ad altri accertamenti diagnostici. I medici hanno indotto il coma farmacologico per poter svolgere gli esami ed effettuare le prime terapie. I sanitari lo hanno giudicato in prognosi riservata. Le sue condizioni sono ritenute gravi, tuttavia il ragazzo potrebbe farcela.
Ancora viva nella memoria del popolo calcistico è la dolorosissima vicenda capitata a Piermario Morosini, il calciatore bergamasco di serie B, che militava nelle fila del Livorno e che ci ha lasciati a soli 25 anni il 14 aprile scorso durante la partita in trasferta contro il Pescara, allo stadio Adriatico.
La vicenda del calciatore lombardo, però, fu ben diversa da quella capitata ieri. Il giocatore lombardo che militava nelle fila della squadra toscana, infatti, ebbe un arresto cardiaco lontano dall'azione di gioco. Venne soccorso immediatamente e portato poi in ospedale, ma per lui non ci fu più nulla da fare.RC