Giochi d'azzardo e slot machine: pronto un piano per limitarliPrevenzione delle «ludopatie»

Entro settimana prossima la giunta regionale approverà il progetto di legge contro il gioco d'azzardo e le ludopatie. «Un provvedimento molto atteso, a cui stiamo lavorando a tappe forzate, in modo da consegnarlo alle commissioni e al Consiglio regionale per un'approvazione che mi auguro avverrà in tempi altrettanto rapidi» spiega l'assessore regionaleViviana Beccalossi, rispondendo in Consiglio al capogruppo del suo partito, Fratelli d'Italia, Riccardo De Corato.
Beccalossi ha sottolineato che il progetto conterrà proposte in tema di distanze minime dai luoghi sensibili, sgravi fiscali per disincentivare l'installazione delle slot machine, campagne di prevenzione e cura per le persone affette da ludopatia. «Mi fa molto piacere -ha concluso l'assessore - che arrivi da Roma la notizia di una stretta sulle regole alle slot di nuova generazione, che dovranno riconoscere tramite documento il giocatore, bloccandolo se minorenne e più in generale dando un giro di vite a frodi e altri tipi di illegalità. Aspetti, questi, che abbiamo già considerato nel nostro progetto di legge».