Giochi e passerelle emozionali, ma Fido può diventare anche un artista

Il footing a sei zampe, ovvero la pista per canicross, la nuova frontiera della corsa insieme a chi di zampe ne ha quattro, sarà una delle attrazioni del luna park per cani, per la prima volta a Milano domani a partire dalle 19 a cascina Monluè. Giocare è il modo per conoscere il mondo più bello che ci possa essere e chi ci fa giocare di più di un cane o un gatto che non diventano adulti, ma restano sempre cuccioli? Mattatore dell'evento sarà Davide Cavalieri, direttore di RadioBau.

«Qua la zampa, Fido!». Da tre anni Fabio Ferrari, fondatore di «Mylandog», al suono di questo slogan organizza eventi a sei zampe, ovvero per cani e umani, all'insegna del gioco. «Ho pensato a questo luna park dedicato ai cani per un'estate insieme al quattrozampe sempre più coinvolgente» dice Ferrari.

La vasca dei pesci rossi dove il cane deve riconoscere la pallina che il padrone ha tirato, oppure la corsa ad ostacoli, o la passerella emozionale dove viene seminato del cibo, ma il cane deve evitarlo per arrivare al suo padrone sono alcune giostre. Il biglietto d'ingresso è una donazione volontaria, a partire da cinque euro, perché il ricavato sarà devoluto alle opere di ristrutturazione della cascina Monluè.

«Ferrari è un fenomeno quando organizza. Sarà uno spasso per me presentare questo evento. Mi piace l'idea della sfilata di cani basata non sulla bellezza ma sulla sintonia uomo e animale, una simpatia che rende le persone serene e felici» spiega Davide Cavalieri, artista del linguaggio «bau». A proposito di arte. Ferrari punta sulla PopDogArt. Dopo aver intinto la zampa in colori a acqua Fido potrà fare «splash!» sulla tela, lasciando così la sua impronta. «Vorrei realizzare una tela sui cui raccogliere tutte le impronte dei cani presenti» confessa Ferrari.

Ma cos'è un luna park senza le mele caramellate, le palline di cioccolato o lo zucchero filato? I prodotti biologici di cascina Brera saranno destinati ai bambini, che insieme ai cuccioli pelosi sono i più golosi di giochi e pasticcini, mentre lo zucchero filato per i pet, si fa per dire, sarà fornito da Dog Sweet Dog, il furgoncino bianco e rosa dello street food per i quattro zampe. Non poteva mancare la pesca di beneficenza, curata dalle associazioni «Diamoci la zampa», la «Lega nazionale per la difesa del cane» e «Arco delle code». Il parco della luna ora ci fa sorridere con un «bau».