Il gioco finisce in scatola e i milanesi sfidano tutti

Da oggi vince chi gioca di più. E in questo momento è la sfida più bella quella dove le uniche battaglie si fanno con i dadi. Vince chi gioca di più e in premio, oltre al titolo di città del gioco, riceverà una mega fornitura d giochi da devolvere in beneficenza. Milano prova ad aggiudicarsi la gara di solidarietà più divertente che ci sia e raduna tutti i milanesi al Wow Spazio Fumetto per lanciare la sfida agli altri comuni in lizza. Si gioca fino a domenica 29 novembre e vince chi accumula più ore giocando a Monopoly, Indovina Chi, Taboo, Cluedo e tutti gli altri grandi classici del gioco in scatola. L'anno scorso i milanesi si erano piazzati al quindicesimo posto collezionando più di 300 ore di gioco contro le circa 3 mila di Fiuggi, l'attuale Città del Gioco in carica. Ma è andata sempre meglio e questa quinta edizione della Settimana del Gioco in scatola potrebbe essere quella buona se non per vincere almeno per salire sul podio. Giocheranno scuole, oratori, bar, ludoteche e associazioni di ogni tipo, da Pepita Onlus alla Tana dei Goblin tanto per fare qualche nome. E per questo, oggi pomeriggio dalle 15.00, l'appuntamento è al WOW Spazio Fumetto di Viale Campania 12. Ad attendere le centinaia di appassionati giocatori ci sarà il mitico Mister Monopoly con la sua clessidra gigante, alta almeno 3 metri ed emblema della Settimana del Gioco in Scatola. I milanesi potranno giocare con le versioni «XL» dei grandi classici del gioco in scatola, dal mega tabellone del Twister al Forza 4 e il Jenga giganti, fino ad arrivare al tabellone del Monopoly Junior in big size con tanto di dadi enormi, così che anche i più piccoli potranno dare il loro contributo per far trionfare la propria città. Sono tanti, tra grandi centri abitati e piccole città di tutta la penisola, ad aver raccolto la sfida lanciata negli ultimi cinque anni da Hasbro. Si sono sfidati almeno 300 Comuni, circa 700 scuole, oratori, ludoteche, associazioni e pub, per un totale di almeno 150mila persone coinvolte, più di 35mila partite e ben 15mila ore di gioco. Quest'anno a contendersi il titolo saranno più di 50 città a cominciare da Gaeta, Palermo e soprattutto Fiuggi, cioè quelle che sino ad ora hanno conquistato il titolo di Città del Gioco, fino ad arrivare a Milano, Torino, Venezia, Roma, Napoli o Bari, che hanno risposto alla chiamata organizzando centinaia di eventi.Le regole per partecipare sono chiarissime: non importa chi vince o chi perde, basta giocare con entusiasmo in ogni luogo previsto e il più possibile, fotografando ogni singola partita e condividendo gli scatti sia su Hasbrogaming.it, sia sulla pagina Facebook Hasbro Gaming e sul profilo Twitter @hasbrogaming utilizzando l'hashtag #SDG15 e accumulando così più punti possibili per far trionfare la propria città.