Da Giordana alla Comencini Ecco la pattuglia italiana

Folta la pattuglia degli italiani con due fuoriclasse non in gara. Domenica 6 è di scena «Amori che non sanno stare al mondo», di Francesca Comencini, figlia d'arte e autrice del romanzo da cui è tratto il film sui postumi difficili di un amore interrotto e mai finito. Marco Bellocchio ha donato il corto «Per una rosa» sulla sua amata Bobbio, oltre a «Due soldati» di Giordana in pre apertura gratuita. Fuori gara pure «Anatomia del miracolo» di Alessandra Celesia, un viaggio tra gli emarginati. In concorso invece «Asteroidi» di Germano Maccioni che rappresenta la provincia italiana, «Easy» di Andrea Magnani, un itinerario di sguardi surreali attraverso l'Ucraina, «Surbiles» di Giovanni Columbu che spiega segreti e caratteristiche della Sardegna interna. Non è errato inserire nel gruppo anche «Sicilia!», girato in versione originale italiana dalla coppia di registi francesi, ma italiani di adozione, Jean-Marie Straub e Daniéle Huillet.

SteG