IL GIORNO DI RENZI«Faremo scendere chi sale sul carro per convenienza»

Aperto a tutti ma non a chi vuole salire sul carro del (presunto)vincitore. La linea l'avevano preannunciata i suoi uomini sul territorio, e il «capo-corrente» Matteo Renzi, ieri, ha confermato: «Chi sale sul carro del vincitore per convenienza lo faremo scendere». «Non bisogna avere un atteggiamento di rivincita in queste primarie rispetto alle scorse» ha avvertito dopo essere stato interpellato sui «nuovi amici» conquistati, «soprattutto a Milano». «Non credo di essere una superstar né l'unico punto di riferimento - ha aggiunto - se c'è qualcuno che pensa di salire sul carro solo per convenienza sappia che noi quelli lì li facciamo scendere subito - ha aggiunto - Non mi preoccuppano gli endorsement né vecchi né nuovi».

Commenti

fabio tincati

Lun, 16/09/2013 - 17:42

mah,io mi preoccuperei prima di vincere in quanto milita in un partito dove è normale vendere la pelle dell'orso prima di averlo preso.C'è poi una considerazione da fare:gli italiani (specie nel sud) sono abituati a correre in aiuto al vincitore,non per servilismo,ma per sano opportunismo e quale posto è migliore della sinistra! Basta essere buonisti (a parole)il livello intellettuale è più verso il mediocre tendente al basso,quindi non ci vogliono grandi idee,un pò di demagogia,ritenersi componenti di elite intelletuale,conoscenze importanti tra di loro,un pò di leccaculismo et voilà la gauche au caviar è servita!

fabio tincati

Lun, 16/09/2013 - 17:42

mah,io mi preoccuperei prima di vincere in quanto milita in un partito dove è normale vendere la pelle dell'orso prima di averlo preso.C'è poi una considerazione da fare:gli italiani (specie nel sud) sono abituati a correre in aiuto al vincitore,non per servilismo,ma per sano opportunismo e quale posto è migliore della sinistra! Basta essere buonisti (a parole)il livello intellettuale è più verso il mediocre tendente al basso,quindi non ci vogliono grandi idee,un pò di demagogia,ritenersi componenti di elite intelletuale,conoscenze importanti tra di loro,un pò di leccaculismo et voilà la gauche au caviar è servita!