La Giunta vuole fare la moschea

Il vicesindaco: «C'è un bisogno reale». Ma il Municipio 9 dice no

Una moschea a Milano? La risposta è no per il Municipio 9. Ed è sì per l'amministrazione comunale che regge la città. La conferma si è avuta nel corso di un evento organizzato ieri dal municipio 3. La presidente della Zona, Caterina Antola (Pd) e il suo assessore Luca Costamagna, hanno invitato a un incontro a Crescenzago. Ospiti Paolo Gonzaga (giornalista), monsignor PierGiacomo Grampa (vescovo emerito di Lugano e autore della lettera «L'iniziativa contro la costruzione dei minareti», con cui la Conferenza dei vescovi svizzeri ha tentato di respingere la battaglia, tutta architettonica, contro la costruzione dei minareti) e soprattutto il vicesindaco Anna Scavuzzo, delegata dal sindaco ai rapporti con le comunità religiose e titolare della «grana» politicamente più difficile da affrontare: la costruzione (o no) di centri islamici in città.