Giusy porta a teatro una "poesia" senza barriere

La Versace ripercorre la sua vita in uno spettacolo tra arte e sport diretto da Sylos Labini

Il 14 giugno sport e arte si intrecceranno sul palco del Manzoni dando vita a uno spettacolo teatrale che racconta la storia di Giusy Versace, atleta paralimpica che perse entrambe le gambe in un incidente stradale nel 2005. Proprio in quell' anno ha scritto il libro, Con la testa e con il cuore si va ovunque, un diario terapeutico come ama definirlo e nel quale racconta la sua storia fatta di speranza e rinascita. La sua scrittura potente e impregnata di dolore e forza è stata trasformata in una poesia visiva da Edoardo Sylos Labini, uno dei registi più eclettici e innovativi del panorama italiano, capace di narrare attraverso i gesti l'empatia di un'emozione.

Sul palcoscenico la Versace non sarà sola, ad accompagnarla in questo viaggio attraverso la sua rinascita ci sarà Raimondo Todaro, il partner di ballo con cui nel 2014 ha vinto la decima edizione di «Ballando sotto le stelle». Proprio in quell'anno parlando con Todaro nacque, come un esperimento, questo progetto che ha poi preso forma definitivamente dopo l'incontro con Labini. «Lui è riuscito a tirarmi fuori emozioni che il dolore di quell'incidente aveva sepolto in me - spiega la Versace circa il suo incontro col regista -. Questa è stata la parte più difficile di questo spettacolo: rileggere la mia autobiografia e reinterpretarla».

Le emozioni visive si sommeranno a quelle acustiche regalate dal cantante pop Daniele Stefani. Il racconto della Versace è suddiviso in tre parti e a ognuna di esse è stato abbinato un colore. Allo stesso modo ogni frammento di vita viene raccontato con una canzone, alcune inedite altre cover tutte eseguite in live da Stefani. Uno spettacolo all'insegna delle lacrime e delle risate per ripercorre l'autobiografia di una grande donna e sportiva che ha fatto delle difficoltà nel suo cammino delle lezioni di vita da imparare e da raccontare agli altri per ispirarli e motivarli.

Il ricavato della serata sarà completamente devoluto alla associazione «Disabili no limits onlus», fondata e guidata dalla stessa Versace, che si occupa di sostenere i giovani portatori di handicap che amano lo sport e la vita, regalando loro attrezzature sportive specifiche. Dopo la prima a Milano, Con la testa e con il cuore si va ovunque, sarà itinerante durante l'autunno in tutt'Italia nei teatri di Venezia, Firenze, Bologna, Roma e Norcia.

«Con la testa e con il cuore si va ovunque» è in scena al Manzoni il 14 giugno alle 20,30, intero 20 euro, ridotto 10 euro, gratuito per i disabili.