Via Gola, mix di estremisti e abusivi

Si occupano le case grazie al racket «proletario» fra proclami politici e vedette straniere

Su 400 appartamenti circa la metà è abitata da inquilini fuorilegge. In gran parte hanno «spaccato», rivolgendosi a una «agenzia immobiliare» decisamente sui generis: a controllarla è infatti una sorta di racket proletario dei senzatetto dove la «graduatoria» è stilata in base a un tariffario che oscilla intorno a 3mila euro a «contratto». Siam in via Gola. Ovviamente nulla di legale: c'è un patto infame tra ras ideologizzati e disperati di varia natura. A fare da vedette sulla «regolarità» del mercato è un gruppetto di stranieri. L'ingresso è consentito solo agli occupanti abusivi «autorizzati», mentre tutti gli altri sono invitati con modi spicci ad allontanarsi o a dichiarare ai «portinai» del racket le proprie generalità e il motivo della visita.

Commenti

mariod6

Lun, 10/04/2017 - 16:52

Abbiamo svenduto la dignità del nostro paese ad una congrega di delinquenti che sanno far rispettare la loro legge meglio della nostra questura e procura. I nostri sono troppo impegnati a correre dietro a Berlusconi ed a fare politica a sinistra per risolvere queste grane.