Golf club Milano via all'Open dei record Montepremi raddoppiato e 24 top player

Gabriele Villa

Più che un open, sarà l'Open. Sarà l'Open d'Italia di golf che segnerà la svolta. L'Open d'Italia dei record già infranti, prima ancora di andare in scena (da giovedì 15 a domenica 18) sul tracciato del Golf Club Milano, immerso nel verde del Parco di Monza.

Il conto alla rovescia per il massimo torneo professionistico, ospitato nel nostro Paese e inserito nell'European Tour, è cominciato ieri, proprio a due passi dall'autodromo dove nei giorni scorsi hanno sfrecciato i bolidi di Formula Uno. Un countdown iniziato con la presentazione ufficiale da parte del presidente federale Franco Chimenti, affiancato tra gli altri, dal governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Primo record dell'Open è un montepremi che raddoppia e passa da un milione e mezzo di euro a tre milioni ed è solo il preludio all'Open dei futuri prossimi undici anni che vanterà, copertura finanziaria assicurata e garantita dallo stesso Chimenti, un jackpot di 7 milioni di euro , quindi il più alto del tour continentale. Secondo record: essere riusciti a portare ( e senza ingaggio) sul terreno di gioco di casa nostra, nientemeno che Danny Willet, il vincitore del Masters di Agusta, che parte quindi favorito ma che dovrà vedersela con ben 24 dei primi cento top ten della Money List che hanno aderito all'invito a partecipare.

Al via, tra i 156 iscritti, anche sei giocatori della selezione europea che sfiderà, a fine mese, il team statunitense in Minnesota nella Ryder Cup (già assegnata all'Italia nel 2022). Comprensibile quindi la soddisfazione di Alessandro Rogato e Barbara Zonchello che governano il comitato organizzatore.

Tutte le chances italiane di riconquistare un torneo, che ci sfugge dal 2006, sono riposte in Francesco Molinari, Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Nino Bertasio e Renato Paratore. Altro record: raggiungere e superare i 50 mila fans che lo scorso anno sempre qui, dove il Parco diventa ancora più green , hanno sorprendentemente presenziato alla quattro giorni del torneo.