La grande illusione di Renzi a Monza

iovedì 7 maggio alle 21,15 sarà presentato il libro del giornalista del Giornale Fabrizio Boschi: il volume, parafrasando il film di Sorrentino, si intitola «La grande illusione. Matteo Renzi 2004-2014»

I grandi appuntamenti con l’arte e la letteratura dello Sporting Club di Monza (viale Brianza, 39 – Monza, 039 249 6023; www.sportingclubmonza.it) continuano senza sosta. Giovedì 7 maggio alle 21,15 sarà presentato il libro del giornalista del Giornale Fabrizio Boschi: il volume, parafrasando il film di Sorrentino, si intitola «La grande illusione. Matteo Renzi 2004-2014» (Amon Edizioni, 2014) con prefazione del direttore del Giornale Alessandro Sallusti che interverrà alla discussione.

Si tratta di un libro-inchiesta, il primo che sia mai stato scritto sul fallimento della rottamazione, sulle contraddizioni e gli interessi politico-finanziari che si celano dietro al fenomeno Matteo Renzi. Chi è davvero Renzi? Chi sono le persone intorno a lui? La rottamazione è soltanto un bluff? Dalla Provincia di Firenze alla presidenza del Consiglio: dieci anni di renzismo attraverso luci e ombre. Partendo dai ricordi d’infanzia, che tratteggiano il carattere e la formazione del personaggio, nasce questo libro-inchiesta sul «sistema Renzi», dai suoi primi passi nella politica locale fino alla ribalta nazionale. Un excursus storico-sociale che mette in luce il fenomeno renziano, tra ambizioni e sistemi di potere.

Attraverso documenti e articoli di giornale viene ricostruita la storia della sua ascesa al potere, in dieci anni di giravolte e promesse mancate. Un inedito ritratto del presidente del Consiglio che svela i suoi tatticismi e le sue tante contraddizioni. L’uomo che vorrebbe cambiare il modo di fare politica in Italia e che sostiene di aver rottamato la sinistra perdente, in realtà ricalca i metodi di quella che lui chiama «la vecchia politica».

Si è affermato come rottamatore, ma non ha esitato a mettersi insieme ai rottamati, si è indignato per i doppi incarichi degli altri ma nella sua vita non ha fatto altro che collezionare poltrone, ha detto a ripetizione che non era adatto a fare il segretario del Pd, per non entrare in collisione con l’amico Letta e poi si è fatto eleggere, ha giurato che non sarebbe mai andato al governo senza passare prima dal voto, e che non gli interessava Palazzo Chigi, ma cambiare l’Italia, e ha fatto tutto l’opposto. Ecco cosa c’è dietro alla grande illusione del renzismo. Da quando è lui al governo le tasse invece di diminuire sono aumentate e la crescita tanto sbandierata non è mai arrivata. Ad un anno dall’uscita di questo volume il suo contenuto si fa sempre più attuale e concreto considerato che della valanga di promesse fatte dal premier non ne è stata mantenuta nemmeno una. E ora il grande bluff renziano comincia a venire allo scoperto. Altro che bene per l’Italia, la sua è solo bulimia di potere allo stato puro.

************

Fabrizio Boschi (Fucecchio, 1974), laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, giornalista professionista dal 2008. Per il Giornale della Toscana ha seguito i più importanti fatti di cronaca, negli anni 2006-2010, compresa la scalata politica di Matteo Renzi. Dal 2012 lavora a Milano, nella redazione politica del Giornale.
Ha scritto due libri di storia locale toscana: I fiumi di Siena. Storie e leggende dei bottini e della mitica Diana (2006) e L’oro della Maremma. Storie, misteri e leggende (2009), entrambi per Marco Del Bucchia Editore.

“La grande illusione – Matteo Renzi 2004-2014 – Dalla Provincia di Firenze a Palazzo Chigi: dieci anni di giochi di prestigio” scritto dal giornalista de Il Giornale Fabrizio Boschi e edito da Amon (420 pp.) disponibile sul sito www.amonedizioni.it e nelle librerie.