La grande ippica corre sulle note della Scala

Il «Trofeo Ermolli» alle Bettole di Varese con un concerto dell'orchestra dell'Accademia

Grande attesa all'ippodromo Le Bettole di Varese per un evento che domani appassionerà i cultori dell'ippica ma anche della grande musica sinfonica. La serata è quella che celebra il quattordicesimo «Trofeo delle province di Lombardia» Memorial comm. Guido Ermolli, uno degli appuntamenti più attesi della stagione estiva dell'ippica. Stavolta i premi destinati alle corse saranno intitolati alle opere musicali messe in scena dall'orchestra dell'Accademia della Scala, che per l'occasione suonerà per la prima volta in assoluto all'interno di un ippodromo. Si tratta di un evento straordinario anche per la storia di un impianto in cui si disputano trenta corse all'anno e che domani vedrà partecipare, oltre al Trofeo delle Province lombarde, altre cinque competizioni tutte a ingresso libero. Sul terreno delle Bettole, le cui radici risalgono al 1878 anno di costituzione della Società Ippica Varesina, hanno corso in tutti questi anni cavalli delle più importanti scuderie nazionali come la Razza Dormello Olgiata, la Razza Ticino, la Razza del Soldo, Ettore Tagliabue e le importantissime scuderie locali, ma non meno famose come la Razza Montalbano, la Razza La Novella e la Scuderia Belforte. Tra i fantini, invece, impossibile non menzionare campioni come Enrico Camici, Gianfranco Dettori, Antonio Di Nardo e Vittorio Panici. Il Trofeo Ermolli rappresenta la corsa clou di domani, con un handicap principale da 24.200, e vedrà la partecipazione sulla pista d'erba di cavalli di tre anni e oltre. Una grande cornice per una serata che sarà coronata dalle note dell'orchestra dell'Accademia della Scala guidata dal giovane direttore Lorenzo Viotti. Stuzzicherà il palato degli appassionati il programma del concerto che, nella prima parte dell'esibizione, sarà legata al melodramma italiano dell'800, con pezzi sinfonici e celebri arie, seguita da una seconda parte sinfonica con l'esecuzione della Quarta Sinfonia di Petr Ilic Cajkovskij. Sul podio lo svizzero Lorenzo Viotti, recente vincitore del Nestlé and Salzburg Festival Young Conductors Award; mentre il tenore sarà Benjamin Bernheim. In programma musiche di Giuseppe Verdi, Jules Massenet, Pietro Mascagni, Giacomo Puccini e Cajkovskij. Per la precisione, «La forza del destino» (Verdi), Werther - «Pourquoi me réveiller» (Massenet), «Cavalleria rusticana - Intermezzo» (Mascagni), «Che gelida manina» (Puccini), La traviata - «Lunge da lei... De' miei bollenti spiriti» (Verdi), Sinfonia n. 4 (Caikovskij).