I Bagni misteriosi riaprono e diventano di ghiaccio

Durante le feste si potrà pattinare sulla piscina Fiabe, trampoli e balletti dedicati ai bambini

Marta Calcagno Baldini

I milanesi erano ormai abituati a frequentarli d'estate: tavolini, il bar, spazi per stare insieme, per fare spettacolo e soprattutto la Piscina, ex Caimi, in via Botta 18, restaurata (si tratta di una architettura anni '30) dopo che era chiusa da 10 anni e regalata alla città da Andrée Ruth Shammah, direttrice del Teatro Franco Parenti, adiacente. La bella notizia è che i Bagni Misteriosi, questo il nome dello spazio che senza segreti è costato 9.500.000 euro secondo il progetto conservativo o comunque rispettoso dell'architettura originaria di Michele De Lucchi, architetto e designer, aprono anche d'inverno: dal prossimo 16 dicembre al 31 gennaio «daremo vita con una nuova stagione ad un luogo che ci chiede di vivere ancora» dice con fierezza e soddisfazione la Shammah. Da mattino a sera attività varie animeranno l'intera area: il Teatro en Plein Air si trasformerà nella Patinoire sull'acqua, per scivolare sul ghiaccio accompagnati da un sottofondo musicale. Il bar sarà ancora funzionante e qui sarà possibile sorseggiare il vin brulé avvolti in morbide coperte e anche fermarsi alla sera per un aperitivo.

Saranno i bambini i primi protagonisti della Piscina anche in versione invernale, e lo si capisce dal fatto che la tre giorni d'inaugurazione dello spazio sarà dedicata a loro in particolare: alle 16.30 di venerdì 16 il Teatro per Caso curerà un pomeriggio tra trampoli e danza nello spettacolo «White Dream», e alle 18.30, ripetuto poi alle 20.30, saranno i funamboli, pattinatrici in volo e le stupefacenti meraviglie di Mymoon ad aprire la Patinoire. Sabato 17 alle 10 ingresso in Piscina, e dalle 11 alle 15 sarà possibile gustare un brunch e ascoltare delle vere e proprie fiabe, anche personalizzate e su richiesta dei drammaturghi Riccardo Motta, Fausta Faini e Elena Gaffuri. Queste favole esclusive potranno anche essere trascritte dall'artista calligrafa Pargo, e diventare un dono personalizzato per Natale. Solo parole? Assolutamente no: il duo Duperdu saprà anche inventare e personalizzare delle vere e proprie canzoni. Tra le «Favole a voce alta» con Renata Prevost, le Magie al chiaro di luna e le performance, i giochi con gli «Animali misteriosi», gli intermezzi musicali e tutte le varie iniziative previste, già in questo fine settimana fino a domenica 18 sarà possibile assaporare il clima allegro e vivace che animerà la piscina anche in versione invernale.