«I clienti più strani? Quelli della notte»

I più strani sono i clienti della notte e tra questi, quelli del lunedì notte. «A volte mi capita di essere un po’ nervosa - racconta Raffaella - a una certa ora divento un po’ irritabile, sento la stanchezza di dodici ore al volante». Ecco, quella sera mentre Raffaella stava già pensando all’ultima corsa, sale un ragazzo che continua a cantare: «Sei allegro?», gli chiede, infastidita. E lui: «Sto facendo un corso per la gestione dell’ansia e vedo già grandi progressi!». Da lì un fiume in piena: «In dieci minuti mi ha raccontato tutta la sua vita: una vera tragedia».