I consigli della più famosa esperta d'arredo «Anche una tenda sbagliata rovina tutto»

«Di una casa ci si innamora a prima vista». Parola di Paola Marella, 50 anni, la più famosa home stager d'Italia, nota al grande pubblico per le sue trasmissioni tv su Real Time. Questo è il primo insegnamento che la maga del restyling dà ai suoi allievi durante i corsi di home staging.
É vero che con qualche tocco di design si riesce a vendere più in fretta?
«Assolutamente sì. Io uso questa tecnica dal 2009 e negli Stati Uniti, dove le famiglie cambiano casa in media 7 o 8 volte in una vita, l'home staging è una pratica consolidata dagli anni Settanta».
Quindi potrebbe essere questo l'antidoto anti crisi?
«È efficace per la vendita ma soprattutto per riuscire ad affittare una casa in tempi brevi. Con qualche accorgimento si riesce a chiudere il contratto nel giro di tre mesi».
Questione di colpo d'occhio?
«Chi cerca casa in affitto non intende ristrutturare. Più la casa è in ordine, pulita e “chiavi in mano“ più è appetibile. E poi serve davvero poco per far cambiare volto a un appartamento».
Ad esempio?
«Anche solo il cambio di colore di una parete. Oppure un bel copriletto, tende adeguate, anche se semplicemente acquistate all'Ikea».
Ma non è un trucchetto per nascondere le magagne della casa?
«No. È semplicemente un modo per valorizzare gli ambienti. Resta comunque un dovere del venditore o di chi dà in affitto dire cosa non va nella casa o avvisare se gli impianti non sono a norma».
Quindi se non si riesce a dare in affitto un appartamento, non per forza è colpa del periodo economico.
«Tante volte può essere solo colpa di un letto senza copriletto, di una stanza con le tende vecchie, di un'illuminazione sbagliata. Con due o tre ritocchi si riesce perfino ad affittare senza abbassare troppo il prezzo».
Quindi cosa pensa delle foto pubblicate su alcuni siti web di compravendita o locazione?
«Da spavento. Un'immagine deve far venire voglia di visitare la casa, deve dare l'idea di un ambiente accogliente. Insomma, vista la marea di annunci, la foto è determinante perché la casa sia notata e faccia colpo».
Come la mettiamo con i costi? Ristrutturare è spesso un salasso insostenibile.
«In realtà con poche migliaia di euro si può fare tutto. Ci sono alcuni materiali poveri, come il Pvc, che aiutano molto. Oppure alcune ceramiche di 3 o 4 centrimetri di spessore da applicare sulle vecchie piastrelle. Costano meno delle resine e danno una resa molto gradevole».
Quindi l'appartamento con le pareti ingiallite e gli infissi vecchi non ha chance?
«Diciamo che il visitatore, quando lo vede, non riesce ad avere il colpo d'occhio finale. Sta a noi aiutarlo a immaginare l'ambiente finale».