I delegati a cena: fino a notte la strada è chiusa

«Benvenuta Europa» si legge nei cartelloni intorno alla ex Fiera, dove in questi giorni si svolgono gli incontri per il semestre europeo. «Benvenuta, ma magari avvertici» hanno pensato quei milanesi che abitano nei dintorni del museo di Scienza e della Tecnica e che l'altra sera non sono potuti rientrare a casa con l'auto perché tutta la zona era vigilata speciale. «Almeno potevano mettere dei cartelli», sbotta inviperita Antonia, 50 anni di rientro da una serata con un'amica. Abita in via de'Togni ma quando con l'auto si è trovata a passare da via San Vittore e ha tentato di aggirare l'ostacolo passando da via Vico non c'è alcuna stata possibilità. «Altolà» le hanno intimato i vigili. «E perché? - ha chiesto lei sbigottita - devo rientrare a casa... sto qui dietro». «Impossibile - gli hanno risposto i solleciti uomini in divisa - ci sono i ministri a cena al museo di Scienza e della Tecnica. Non può passare nessuno finché non avranno finito». E infatti i ministri europei del Lavoro e dell'Ambiente hanno cenato mentre lì intorno chi doveva rientrare a casa attendeva al varco oppure era costretto a prolungare la serata in attesa che venisse servito il dolce. Il caffé per i ministri è arrivato intorno alle 23. E così anche il lasciapassare per gli abitanti che finalmente sono potuti andare a letto.