I film dei grandi festival accendono le sale milanesi IL PROGRAMMAQui biglietti e proiezioni

Da mercoledì una carrellata di 23 pellicole dalla Croisette, Locarno, Venezia e Torino

Prende il via mercoledì il primo appuntamento dell'anno con «Le Vie del Cinema», la rassegna che porta a Milano i film dai Festival di Cannes, Locarno, Venezia e Torino. «Le vie del cinema. Cannes e Dintorni» è promossa da AGIS Lombarda, Corriere della Sera e Provincia di Milano, in collaborazione con l'Institut Français Milano e CHILI - La videoteca online, e propone quest'anno ventitrè film in quattro sale (Anteo, Apollo, Orfeo e Arcobaleno) attente alla programmazione di cinema di qualità. Fino al 19 giugno i milanesi potranno approfittare per vedere la ricca selezione (la più interessante tra quelle proposte nei diciotto anni di programmazione dei titoli provenienti dalla Croisette), dei film presentati all'ultimo Festival di Cannes.
Dal concorso ufficiale otto i titoli selezionati, tra cui spiccano quasi tutti i premiati, a partire dalla Palma d'Oro, «politically correct», assegnata a Le Vie di Adèle del regista tunisino Abdel Kechiche, storia d'amore tra due donne, storia applaudita e al stesso stesso invisa per il tema proposto; a seguire A Touch Of Sin del regista cinese Jia Zhangke che, dopo sette anni dal Leone d'Oro a Venezia, segna il suo ritorno raccontando la storia di un minatore che dopo aver subito vari soprusi, decide di farsi giustizia da solo: un vero capolavoro applauditissimo a Cannes e Miglior Sceneggiatura 2013; Le Passè, Premio alla Miglior Attrice, Berenice Bejo, del regista iraniano Asghar Farhadi che con questa storia prosegue il racconto de La Separazione, splendido Orso d'Oro 2011 e Premio Oscar come Miglior Film Straniero 2012. Da non perdere Like Father, Like Son di Hirokazu Koreda, premio della Giuria Ecumenica, storia di un conflitto tra ricchi e poveri che lascia spazio alla commozione. Ancora otto i film provenienti dalla Quinzaine des Réalisateurs, da sempre laboratorio di nuovi autori, tra cui The Slfish Giant di Clio Barnard, premio Label Europa Cinemas e Les Garcon Set Guillaume, a Table! di Guillaume Gallienne, premio Art Cinema; un film dalla sezione Un Certain Regard, La Jaula De Oro di Diego Quermada- diez; e due dalla Settimana della Critica, tra cui il vincitore Salvo, film sospeso tra violenza e sentimenti, di sorprendente bellezza che ci insegna che possono ancora esistere i miracoli, firmato da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Inoltre tra i «Dintorni» alcuni titoli provenienti dai maggiori festival internazionali tra cui Locarno, Berlino, dal Torino Film Festival, dal Far East Film Festival di Udine e dal Bergamo Film Meeting. «La manifestazione torna anche quest'anno - dichiara Novo Umberto Maerna, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano - nonostante gli enti pubblici stiano vivendo il momento più difficile della loro storia, la Provincia di Milano ha voluto confermare il suo supporto (con un sostegno di sedicimila euro) a una rassegna amata dai milanesi». A completare la programmazione, diversi incontri che accompagneranno le proiezioni. Il primo, domani alle ore 18, nella Sala Montanelli del Corriere della Sera con Paolo Mereghetti e Bruno Fornara.

La rassegna verrà proiettata nelle seguenti sale: Anteo, Apollo, Orfeo e Arcobaleno. Il programma completo della manifestazione è disponibile online su www.lombardiaspettacolo.com e su www.facebook.com/agis.lombarda. Il costo dei biglietti è di 7 euro per Cinecard (4 film a scelta): 18 euro per Cinecard (8 film a scelta. La prevendita delle Cinecard all'Apollo SpazioCinema (Galleria De Cristoforis 3) mentre i biglietti saranno in vendita a partire da domani su www.lombardiaspettacolo.com e all'infopoint dell'Apollo.