Da Sea alla Fiera riparte la caccia alle poltronissime

A fine mese primi giri di valzer nei cda degli enti: la Adamo punta alle Scuole civiche, Masseroli a Sea. Ecco, nome per nome, chi corre per un posto

Si era «auto-rottamata». L'ex senatrice Marilena Adamo prima delle primarie dichiarò conclusa la sua «prima e unica» esperienza a Roma. Insieme all'annuncio scattò l'endorsment per Umberto Ambrosoli governatore, molti del Pd assicurano che puntasse a diventare presidente dell'Aler in caso di vittoria del centrosinistra. Ma è andata come è andata. E ora il nome dell'ex capogruppo del Pd in Comune fino al 2008 rispunta tra gli idonei al cda delle Scuole civiche milanesi, e magari potrebbe toccare a lei la presidenza dopo che Filippo Del Corno si è dimesso un mese fa per entrare nella giunta Pisapia come assessore alla Cultura.

Il valzer nei board di enti e aziende comunali sta per partire: il 30 aprile scadono i cda di Mm, Sea (ma la seduta slitterà almeno a giugno in attesa che si chiarisca la vicenda Handling), Fondazione Welfare, il sindaco deve indicare tre consiglieri per la Fiera, uno per Milano-Serravalle e per la Casa di riposto per musicisti Giuseppe Verdi. Il 5 maggio sarà la volta della Fondazione Triennale. Il comitato dei garanti nelle scorse settimane ha esaminato i curriculum dei candidati e inviato la prima rosa degli idonei da cui il sindaco potrà cogliere i nomi.

Nel caso di Sea, sottoporrà a soci una lista di 7 candidati e ne saranno eletti 5. E sono tanti i politici di vecchio corso o «trombati» all'ultima tornata che tentano la caccia a una poltrona. A 82 anni punta alla Triennale Michele Achilli, ex senatore, deputato e consigliere comunale socialista. Dovrà vedersela (tra gli 11 idonei) con il manager Sky Paolo Matteo Agostinelli, la consigliera uscente Carlotta De Bevilacqua, l'ad di Christie's Italia Clarice Pecori Girardi, l'ex parlamentare del Pdl Maria Ida Germontani. Non è riuscita a entrare in Parlamento con il Pd, l'ex coordinatrice della campagna «arancione» di Pisapia Anna Puccio punta ora a una poltrona in Sea. É il board più atteso: candidato e in pole per la presidenza è l'ex banchiere e dg di BancaIntesa Pietro Modiano, marito dell'ex ministro Pd Barbara Pollastrini.

Idoneo (anche per la Fiera) l'ex direttore dell'Inter e di Bpm Ernesto Paolillo, il presidente di Apei sgr e editorialista del Corriere della Sera Salvatore Bragantini, il presidente dell'Ordine degli avvocati Paolo Giuggioli, il consulente di Coop Lombardia e capogruppo Pd in Provincia di Varese Mario Aspesi, l'ex consigliere regionale del Pdl Henry Richard Rizzi e, sempre in quota Pdl, Carlo Masseroli, fresco di dimissioni come capogruppo in Comune che concorre anche per Milano Serravalle e Mm. A «insidiare» la Adamo alle Civiche c'è invece Piero Amos, presidente dell'Umanitaria, dei Chiostri e membro nel cda della Bocconi. In Mm puntano l'ex presidente ai tempi di Albertini, Giulio Burchi, e Fabio Terragni, l'«uomo» di Penati già alla guida di Tem e Pedemontana.

Vecchie conoscenze anche per la Fiera: l'ex assessore della giunta Colli Ada Grecchi e Antonio Turci, ex assessore leghista negli anni '90.