I segreti della pizza svelati da napoletani doc

Si è svolta ieri nella Sala delle Colonne della Banca Popolare di Milano in via San Paolo la presentazione del volume: Il Libro della pizza: come prepararla a casa con i segreti e le ricette di 11 grandi maestri pizzaioli napoletani . Edito da Mondadori, è reperibile oltre che nei punti vendita Mondadori e Feltrinelli anche nei negozi di specialità gastronomiche italiane, nei bookshop di Expo e negli store dei principali musei italiani.

Davanti a relatori d'eccezione come Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Bpm; Stefano Peccatori, direttore generale Mondadori Electa; Antimo Caputo, amministratore delegato Molino Caputo; Afonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione Univerde; Franco Manna, presidente Rossopomodoro e Francesco Mondadori, il critico gastronomico Allan Bay ha illustrato il recente tour che gli chef partenopei Enzo De Angelis e Antonio Sorrentino hanno compiuto in sella a una Vespa per visitare le più note pizzerie che si trovano sotto il Vesuvio.

Lo scopo dichiarato dell'iniziativa è far conoscere la storia, le consuetudini, i successi e, ovviamente, le ricette della pizza napoletana (che forse proprio grazie alle iniziative di Pecoraro Scanio diventerà presto patrimonio dell'Unesco). Gli autori del volume che hanno corredato le pagine con splendide fotografie svelano i segreti di undici grandi maestri pizzaioli napoletani (tutti rigorosamente presenti all'evento), così disponibili da rivelare anche i trucchi del mestiere dalle antiche radici che - tramandati da maestro a garzone, dai nonni ai nipoti - hanno reso unico il tipico prodotto napoletano.

Ogni pizzaiolo racconta e spiega passo dopo passo quattro ricette: una classica, una classica interpretata, una innovativa e una «in forma» (stesa secondo la fantasia e la creatività del pizzaiolo). Scritto anche in lingua inglese, il libro è un omaggio alla pizza e alla città di Napoli fortemente voluto da Franco Manna, fondatore di Rossopomodoro - il noto marchio di pizzeria e cucina napoletana d'eccellenza che con Anima&cozze, Rossosapore, Ham Holy Burger e Coq Nice Chichen appartiene alla Sebeto Spa - insieme all'amico Antimo Caputo. «La pizza napoletana ha una caratterizzazione e una riconoscibilità particolare da renderla uno tra i prodotti che meglio rappresentano l'Italia anche a Expo», ha ricordato Manna. Seguendo gli inediti e preziosi suggerimenti tutti potranno preparare a casa, nel migliore dei modi, questo piatto semplice ma davvero ghiotto che ha conquistato nobili e sovrani di tutto il mondo.