I «Sorrisi in rosa» di chi ha battuto il cancro

Humanitas e Municipio 4 organizzano conferenze e screening gratuiti

«Le parole di una donna che prima di te ha vissuto l'esperienza della malattia e l'ha superata risuonano come quelle di un angelo custode che ti accompagna nell'affrontare il cammino in salita». È questo lo spirito di #sorrisinrosa, il programma dedicato alle donne che hanno vinto la loro battaglia contro il tumore al seno. Dodici volti, 12 storie che diventano un libro fotografico, grazie agli scatti di Luisa Morniroli anima del progetto. «Le donne protagoniste - spiega Corrado Tinterri, direttore della Breast Unit di Humanitas - rappresentano un valido esempio di quanto affidarsi a un centro di senologia specializzato, dedicato alla cura di questa neoplasia con un approccio multidisciplinare, faccia la differenza incidendo sulla qualità della cura».

Ottobre è il mese della prevenzione senologica, e per l'occasione Humanitas, e non solo, ha organizzato conferenze, open day, visite gratuite e campagne informative. In particolare potranno sottoporsi a screening gratuiti all'Humanitas Medical Care di via Domodossola under 50, figlie di donne che hanno avuto un tumore al seno (per prenotazioni www.humanitas-care.it). Il 18 ottobre l'appuntamento è in cucina con il «pink breakfast» preparato dal divulgatore scientifico di Fondazione Veronesi Marco Bianchi (Building 8). Il 13 ottobre sarà la volta di «Mamazone», la conferenza sul tumore al seno, promossa da Humanitas Cancer Center in collaborazione con la Scuola Italiana di Senologia (8.30-17.30, Centro Congressi, via Manzoni 113, Rozzano). «Stiamo lavorando - racconta Tinterri - a una sperimentazione che coinvolge circa trenta centri di ricerca in Italia e 600 pazienti selezionate, tra i 40 e i 75 anni, che hanno tumore della mammella e, apparentemente, non hanno un coinvolgimento dei linfonodi».

«Quest'anno cerchiamo di sensibilizzare le donne più giovani nei programmi di screening - racconta Alberto Testori, direttore associato Breast Unit di Humanitas - perché è bene riflettere sul fatto che il 40 per cento delle donne che hanno avuto un tumore al seno ha un'età inferiore ai 50 anni». Chiude il calendario il Bra Day il 27 ottobre per riflettere sull'importanza della ricostruzione mammaria.

«Un mese dedicato alla salute della donna e in particolare alla prevenzione delle patologie oncologiche». È l'iniziativa organizzata dal Municipio 4 con la Lega Italiana per la lotta contro i tumori in occasione della campagna «Nastro rosa 2018» per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore al seno. Partirà oggi al Polo Ferrara di via Mincio 23 (ore 16-17.30) il ciclo di conferenze (anche lunedì 8 e 15, per info 02/88458420) e mercoledì 17, 24 e 31 al Cam di via Parea 26 (per info 02/88447455) che proseguirà tutto il mese. «Siamo molto contenti commenta il presidente del municipio Paolo Bassi di collaborare con realtà importanti e qualificate come LILT per portare la cultura delle buone pratiche anche nei quartieri popolari, come Corvetto e Ponte Lambro».

MBr