Idroscalo, una festa a misura di bambino

Ultimo weekend di balneazione col botto, all'Idroscalo, tra giochi,cultura e sport. Domenica tre inaugurazioni e le gare finali del Gran premio di Milano. Alle 16, sulla riva ovest, i bambini potranno dar sfogo alla loro impazienza e conoscere il villaggio pensato per loro. Ci sono tre nuovi giochi d'acqua: l'arrampicata energia, il gioco natura e la laguna esotica. I più piccoli si divertiranno con strutture realizzate in materiale riciclabile e antitrauma. Sotto l'occhio vigile dei genitori, per i quali è stata pensata un'area di sosta all'ombra, che permette anche di gettare uno sguardo su tutta la zona. Le tre strutture raddoppiano l'offerta del parco per i bambini e completano il percorso avviato dalla sistemazione del bosco. Alle 17, sulla sponda opposta, sarà inaugurato il «Giardino della Memoria». Un'area che permetterà ai frequentatori del parco di sentirlo davvero suo. Ognuno potrà adottare una pianta, simbolo della vita, e dedicarla a un bambino oppure al ricordo di una persona cara. I primi alberi a essere piantati saranno quelli di alcuni nenonati e quello dedicato a Flavia Podestà, firma storica del Giornale, scomparsa nel 2004. Sempre sulla stessa riva, alle 18, l'apertura al pubblico della vera e propria chicca dell'Idroscalo: il «Parco dell'Arte». Venti gioielli dell'arte contemporanea, tra cui il Fauno di Paolo Manzù, che accompagneranno i visitatori in un sorprendete itinerario all'aperto. I bolidi dell'acqua correranno tutta la giornata, per aggiudicarsi il 115esimo trofeo «Città di Milano». L'evento è organizzato da Woodstock Racing, non senza una punta di glamour, con tanto di aperitivo vip.
«Una vetrina straordinaria per Expo 2015», ha commentato il presidente della Provincia, Guido Podestà. «Il mare dei milanesi è sempre più un luogo per tutti, il nostro “polmone verde“, una delle eccellenze della Grande Milano».