Imprese, crescono solo grazie agli stranieri

Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese alprimo trimestre 2013 e 2012

Tiene l'economia milanese rispetto all'Italia: -0,5% le imprese in un anno sul territorio rispetto a -0,8% nel Paese. Tiene grazie agli stranieri (+7%). Senza di loro ci sarebbero 3.600 imprese in meno in un anno (-1,4%). Tengono meglio anche le imprese femminili(+0,7%) rispetto a quelle maschili (-0,8%).

Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese alprimo trimestre 2013 e 2012. Si tratta di 1.390 imprese in meno rispetto allo scorso anno su un totale di quasi 284mila. L'economia milanese tiene, ma si trasforma. Crescono alberghiero e ristorazione (518 imprese in più in un anno), servizi alle imprese e settore viaggi e turismo (400) mentre perdono imprese manifatturiere (-1.170), costruzioni (-647), serviziimmobiliari (-628).

Primi settori per crescita: ristorazione, commercio al dettaglio, ambulante e online, servizi per edifici e paesaggio, consulenza direzionale, fornitura di elettricità, gas, aria condizionata, servizi alla persona e telecomunicazioni. I dati sono tratti da una ricerca della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese 2013 e 2012.