Insulti, calci e pugni al negoziante. Presa la baby gang delle patatine

È solo l'ultimo caso di giovanissimi che si armano per rapinare

Baby gang alla riscossa. Un fenomeno che non smette mai di stupire e, come dimostrano i fatti degli ultimi mesi, nemmeno accenna a ridursi, anzi si ripropone negli anni con una continuità che non può che inquietare. Grazie all'intervento dei carabinieri altri due minorenni sono finiti in manette con l'accusa di rapina dopo aver rifilato pugni e schiaffi a un negoziante per rapinare delle patatine. È accaduto ieri a Sesto San Giovanni quando i ragazzini hanno aggredito il titolare di un supermercato di via Matteotti. Il negoziante aveva cercato di opporsi all'ennesimo furto subito nell'arco di due giorni da parte degli stessi minori che da un po' di tempo giravano nei dintorni del suo negozio. E ieri, quando l'uomo ha visto tornare i due ragazzini che già nelle ore precedenti erano entrati nel negozio per rubare alcuni generi alimentari (patatine e drink) e sbeffeggiarlo, ha tentato di mandarli via. La risposta dei giovanissimi è stata immediata e molto violenta: hanno assalito il commerciante per colpirlo a colpi di calci e pugni. Grazie alla sua testimonianza e alle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza del supermercato, i militari di Sesto hanno individuato i due ragazzini che sono stati poi accompagnati al Beccaria di Milano.

Ma le baby gang ormai sono tornate ad essere particolarmente attive e moleste in tutta la Lombardia. Solo qualche giorno fa, il 30 dicembre, un gruppo di ragazzini ha fatto irruzione a Brescia nella pizzeria «Da Gianni», in via Crispi, urlando e minacciando titolare e avventori. Sono poi scappati inseguiti dal titolare. Poco dopo un gruppo di una ventina di ragazzi sono tornati davanti al locale e con uno skateboard hanno rotto una vetrina della pizzeria.

Appena un mese e mezzo fa a Milano una baby gang responsabile di ben 19 episodi tra furti, scippi e rapine, era stata sgominata dalla squadra investigativa del commissariato Monforte -Vittoria. I reati erano stati consumati tra maggio e ottobre contro ragazzi giovanissimi, come loro. Dopo la richiesta di ordinanza, però, il gruppo non si era fermato e il numero definitivo degli episodi arriverebbe a oltre 30. Nei guai finirono due minorenni e un ragazzo poco più che maggiorenne, anche se la banda era formata da sette giovani in tutto. Il maggiorenne venne portato in carcere, i due minori affidati a una comunità. A destare scalpore fu il fatto che dopo i colpi i ragazzini postavano su Facebook foto con soldi, cappellini di marca, cellulari di ultima uscita.

Commenti

paco51

Mer, 03/01/2018 - 09:22

la democrazia dicono che sia un'oppio che offusca le menti. ti fa credere di tutto, ma un sistema diverso ti potrebbe garantire almeno la sicurezza, ed una pena efficace , forte deterrente indipendentemente dall'età perchè se riesci a minacciare qualcuno l'età non conta per la pena da dare! Serve ordine e disciplina!

GUARDACOMEDONDOLI

Mer, 03/01/2018 - 10:24

Le famiglie devono pagare per la merce rubata o per i danneggiamenti e le lesioni: solo toccando le loro tasche si ricorderanno di educare i figli al rispetto altrui. Almeno, li educheranno a non commettere ruberie facendosi riprendere in faccia, ad usare i cappucci. Sono i genitori peggio dei ragazzi. Sono loro che danno l'impronta

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Mer, 03/01/2018 - 11:53

A Genova negli anni antichi c'era una istituzione " la nave Garaventa " era un riformatorio galleggiante su cui venivano imbarcati i ragazzi " difficili " viaggiava per il mare e svolgeva attività marinare oltrechè educare magari con rudezza alla vita.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 03/01/2018 - 12:17

cara redazione, state esagerando a rivoltare il "coltello" nelle ferite patane, è vero che milano è la città più pericolosa d'italia, ma il troppo storpia, la patania e i patani vanno aiutati , e non perseguitati come fate voi, ora per lenire il dolore , pubblicate due misfatti avvenuti al sud ;se ce ne sono ! ah ah ah !

tuttoilmondo

Mer, 03/01/2018 - 12:59

E vai con la censura! Che bella democrazia! Non si deve, anzi... non si può, riportare la provenienza di questi delinquenti. Comunque una cosa è chiara a chi non è UTILE IDIOTA: se la cittadinanza non è riportata... non sono italiani. AHI SERVA ITAGLIA, DI DOLORE OSTELLO, NAVE SENZA NOCCHIERO IN GRAN TEMPESTA, NON POPOLO O NAZIONE MA BORDELLO!

Giorgio Colomba

Mer, 03/01/2018 - 13:13

I peggiori mali che affliggono questo paese, la cui somma produce effetti esponenziali, sono l'emergenza educativa causata dall'inadeguatezza genitoriale e l'emergenza giudiziaria dovuta al surplus di toghe ex-post sessantottine.

ziobeppe1951

Mer, 03/01/2018 - 13:21

tuttoilmondo ...milanotoday riporta la nazionalità..si tratta di EGIZIANI..quando non sono schipetari....

Lollob

Mer, 03/01/2018 - 13:26

x giovinap: caro giovina(p)zzo, che complessi hai..? non riesci proprio a vivere senza parlare del nord, dei padani..??

Edda Buti

Mer, 03/01/2018 - 13:38

I genitori di questi delinquenti sono vivi? E allora prima punire loro e subito dopo i figli.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 03/01/2018 - 14:00

lollo(brigida) , quale onore! fai finta di non capire che siete il mio passatempo preferito, il fatto sai quale è ? a me piacciono le etnie pure e i patani non lo siete ah ah ah ! p.s. di quali PADANI parli in padania ne saranno rimasti non più di mille... e ho paura che fate un'altra spedizione ah ah ah!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 03/01/2018 - 14:57

le nazionalità dei futuri italioti,prego!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 03/01/2018 - 15:35

Lasciando perdere giovinappo, che e un caso PATANOLOGICO. Il 90% di questi "ragazzini" e figlio di quelli che i nostri S/governanti, considerano IMMIGRATI REGOLARI ai quali vorrebbero dare la cittadinanza, in modo che poi si possa scrivere che sono Italiani. Perche lo fanno? Perche crescono insieme ai coetanei Italiani che hanno TUTTO e LORO NO!!! AMEN.

tuttoilmondo

Mer, 03/01/2018 - 16:20

hernando45 Mer, 03/01/2018 - 15:35 -------------------Su molte cose sono d'accordo con te, ma su questa no! " Perche lo fanno? Perche crescono insieme ai coetanei Italiani che hanno TUTTO e LORO NO!!! AMEN." -------------------------Invece lo fanno perché lo possono fare. E' sempre la stessa storia. Se gli rompessero i denti non lo farebbero. Lo fanno perché sanno che rischiano poco o nulla.

tuttoilmondo

Mer, 03/01/2018 - 16:21

hernando45 Mer, 03/01/2018 - 15:35 -------------------Su molte cose sono d'accordo con te, ma su questa no! --------------------" Perche lo fanno? Perche crescono insieme ai coetanei Italiani che hanno TUTTO e LORO NO!!! AMEN." -------------------------Invece lo fanno perché lo possono fare. E' sempre la stessa storia. Se gli rompessero i denti non lo farebbero. Lo fanno perché sanno che rischiano poco o nulla.

Malacappa

Mer, 03/01/2018 - 16:21

Se il negoziante per difendersi avesse rotto la testa a questi delinquenti apriti cielo,non me ne fega niente se sono minori sono ladri violenti e come tali vanno trattati

Luprotts70

Mer, 03/01/2018 - 16:39

@giovinap- scusa caro ma te le vai proprio a cercare: a Milano e in tutto il nord per il 99% dei delinquenti ha cognomi non proprio "patani" e se fai una ricerchina su chi popola i var qurtieri malfamati ( baggio, barona, quarto oggiaro, cinisello, corsico, etc) troverai tanti cognomi della tua amata terra... Peace

Tarantasio

Mer, 03/01/2018 - 17:32

giovinap, in patania, cosi ti piace chiamarla, ci stanno anche gli egiziani, come quei due debitamente istruiti che hanno rapinato il market e di cui vorremmo tanto liberarci, oltre a nigeriani senegalesi kenioti burundesi marocchini ecc ecc ecc ...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 03/01/2018 - 17:35

luprotts70 , c'è un equivoco, o non hai mai letto la mia disquisizione sul'essere patano : dicasi patano(spiegazione alla fantozzi) colui che nato al sud si è trasferito in padania e crede di esserlo diventato padano mentre nella realtà è soltanto patano , mentre colui che è nato da immigrati del sud degli anni 50 e 60 è diventato patano per ius soli e non padano che è altra cosa e occorrono almeno 8 generazioni per diventarlo. capito ora ?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 03/01/2018 - 17:39

luprotts70, dimenticavo : vai a leggere i cognomi degli assessori del comune di milano , non c'è un solo padano ma soltanto patani . per ciò se siete intelligenti non mettete la faccenda sui cognomi, questa non è una mia opinione ma è la storia(distorta) d'italia !

Lollob

Gio, 04/01/2018 - 10:23

caro giovinapzzo, è vero, purtoppo di padani ce ne sono meno, e infatti sembriamo sempre di più meridione, o terzo mondo, e non è escluso che affonderemo insieme.. perchè sai caro giovina(p)zzo, purtoppo la rovina di questo paese è che il Nord si è meridionalizzato, non è il Sud ad essersi settentrionalizzato.. anche perchè per accadere quelli come te si sarebbero dovuti mettere a lavorare.. quindi campa cavallo.. a proposito di etnie pure, tu di dove sei.. di giovinazzo, di caltagirone, di enna, oppure di pizzocalabro..?

Gibulca

Ven, 05/01/2018 - 10:01

Peccato non dicano l'origine di questi baby gentiluomini. Già, perché non si scappa: o sono romeni o sono nordafricani o sono meridionali. Con l'occasione, suggerisco a Giovinap di scrivere i suoi profondissimi pensieri utilizzando la corretta grammatica italiana. Altrimenti perde di ogni credibilità, sempre ammesso che sia credibile uno che invece di togliersi il cappello di fronte ai padani che lo mantengono, li sbeffeggia.