Insulti e offese online: voto in condotta basso per 30 studenti di Milano

Giro di vite nell'istituto Agnesi contro la violenza online. Sospesa una studentessa, voto basso per chi ha messo il "Mi piace"

Giro di vite in una scuola di Milano contro gli insulti online ai professori. Dopo denunce e sospensioni scattate nell'autinno scorso, ora gli iscritti all'istituto Agnesi dovranno stare attenti a cosa scrivono su Facebook, se non vogliono vedere il proprio voto in condotta abbassarsi drasticamente.

Come è successo ai trenta che avevano messo il "Mi piace" ai commenti contro i docenti e che per questo si ritroveranno un brutto voto in pagella. "Ma non avranno un cinque, che significa bocciatura", spiega un professore al Corriere. L'istituto non è nuovo a azioni simili. Qualche mese fa una studentessa, che si era autodenunciata per quelle offese indirizzate a compagni e professori, è stata sospesa. In quell'occasione, il preside Giovanni Gaglio aveva sottolineato "la gravità dei fatti", si era rivolto alla polizia postale e aveva invitato le famiglie dei ragazzi coinvolti a sporgere denuncia.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 11/06/2013 - 14:55

.... premesso che non giustifico chi insulta.... ci rendiamo conto che viviamo in uno stato di polizia ormai?

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 11/06/2013 - 22:40

Viviamo in uno stato di polizia perché troppi si comportano da delinquenti