Con l'aiuto del Comune 600 imprese assumonoBando «OccupaMi»

Sono 648 le domande presentate dalle imprese milanesi per effettuare nuove assunzioni o stabilizzare i dipendenti con contratti a progetto o a tempo determinato. Il 52% delle domande riguarda nuove assunzioni e il 65% del totale delle richieste sono concentrate a Milano città: questi i primi risultati del bando OccupaMi 2013, giunto alla sua seconda edizione e promosso da Comune e Camera di Commercio. Quest'anno, ha ricordato l'assessore alle Politiche per il Lavoro Cristina Tajani, l'attenzione è stata puntata sui lavoratori over 45 e sulle partite iva, che in questa fase economica risultano particolarmente esposti agli effetti della crisi, e alle start up, «che rappresentano un importante investimento nel tessuto economico e produttivo del territorio». Il bando infatti prevede delle premialità (per un totale di 2 milioni e mezzo di euro) per le start up che facciano nuove assunzioni e per le imprese che assumano o stabilizzino lavoratori maturi e partite iva. I bandi 2012 e 2013 - ha aggiunto l'assessore – hanno contribuito a stabilizzare o assumere oltre 1000 persone. Per accedere ai contributi, le imprese, al momento della presentazione della domanda, devono già aver effettuato l'assunzione o impegnarsi ad effettuarla entro 60 giorni dall'assegnazione del contributo.