L'albero, gli "Oh Bej Oh Bej", la panca del bacio in Darsena

La città si trasforma in un grande villaggio natalizio con prodotti gastronomici e tanta arte romantica

Non è un punto nevralgico il convento dei frati cappuccini missionari tra viale Piave e piazza Velasquez, eppure esplode da lì la forza del presepe, grazie all'artigiano Roberto e a dodici frati, autori delle scene di Natività più incantevoli di Milano. Da trent'anni. Comincia dal presepio il culto e la cultura natalizia. Inizia dai bambini. «Sforzinda», la sezione didattica del castello Sforzesco, propone un seminario dedicato all'emblema del Natale creato da San Francesco, rivolto ai piccoli dell'ultimo anno della scuola dell'infanzia, della primaria e secondaria di primo grado.

La festa della luce sarà onorata alle 17 con l'accensione dell'albero di piazza Duomo. Occhio alle finestre del municipio che fino al 24 dicembre, in occasione del calendario dell'avvento vivente, si illuminano al suono di un nuovo elemento dell'Orchestra Filarmonica Italiana e dell'associazione SONG Onlus. In piazza XXIV Maggio si apre una porta: da lì puoi entrare dentro un presepe, cominciando dalla casetta di Babbo Natale. Si tratta del «Darsena Christmas Village», trentuno chalet in legno con curiosità di ogni tipo. Due i simboli: l'albero di dodici metri, il presepe subacqueo allestito dalla Canottieri San Cristoforo. E una panchina: quest'anno la Darsena punta su feste romantiche, con lo scatto su una panca di un bacio, ricordando che questa è la città di Hayez. Intorno a piazza Castello si snodano gli «Oh Bej! Oh Bej!», le tradizionali bancarelle di Sant'Ambrogio. Si pattina sul ghiaccio in piazza Città di Lombardia, grazie alla Regione. Alle 15.30 al teatro Manzoni va in scena «Annie JR-Il musical di Natale», mentre alle 16 al teatro della Luna al Forum di Assago balugina: «Rapunzel».

L'arte vi attende alla Triennale con «Natale e l'Epifania» e il «Triennale Design Museum». Da oggi parte il biglietto annuale del costo del 15 euro che la Triennale emette insieme al MAXXI di Roma, per favorire la fruizione delle opere contemporanee. Nell'avveniristico quartiere di CityLife i buongustai avranno dolce e salato per i loro denti con la seconda edizione del Mercatino del Gusto di CityLife dedicato alle eccellenze gastronomiche made in Italy, che si potranno assaporare tra una trentina di caratteristiche casette in legno allestite in piazza Elsa Morante.

All'ippodromo La Maura si tiene il Gran Criterium del trotto. Dedicata alla memoria dell'allevatore Giuseppe «Bepi» Biasuzzi, la corsa è una vetrina per i trottatori di un'intera generazione. Natale è la meraviglia di scoprire come in ogni dove nasca bellezza, come la comitiva che partirà oggi dall'aeroporto di Bergamo per Minsk, capitale della Bielorussia. Sono le famiglie di «Aiutiamoli a vivere» che ha salvato centinaia di piccoli dal disastro di Cernobyl, trent'anni quest'anno, come i presepi dei frati Cappuccini. Anche questo è un presepe lombardo. Senza confini.