L'anticorruzione di Cantone contro gli appalti comunali

Lavori senza gara (con Fondi Expo) al palazzo di giustizia

L'Anac, l'Autorità anticorruzione, va all'attacco del Comune di Milano e degli accordi irregolari che per anni hanno governato le spese per il Palazzo di giustizia. Di fatto, la gran parte dei fondi Expo che doveva servire ad ammodernare il tribunale è stata spesa senza gare, violando procedure che invece erano tassative. Uno scenario crudo, quello descritto da Cantone, anche perché investe non solo il Comune ma anche la magistratura. Le contestazioni che venerdì scorso l'Anac ha deciso di notificare, dopo una indagine durata due anni, colpiscono infatti non solo Palazzo Marino ma anche il Dgsia, la potente struttura degli appalti informatici del ministero della Giustizia, attualmente guidata da un magistrato.