L'APP RADDOPPIAAuto in condivisione: con «Uberpop» la concorrenza dilaga

La nuova «applicazione» per il momento è stata solo annunciata ma se dovesse entrare in funzione, le proteste dei tassisti potrebbero trasformarsi in rivolta. Dopo «Uber», che consente al «noleggio» di rispondere alle chiamate, «Uberpop» usando la formula del «car pooling», l'auto condivisa, consentirebbe a chiunque, con tre anni di patente, di inventarsi tassisti. «È inaccettabile ma non possiamo impedirlo» è la replica dell'assessore alla mobilità Piefrancesco Maran che sta cercando una disperata mediazione tra le parti. Non avendo di fatto una «potestà» in materia, Maran ha annunciato che presenterà al governo una serie di proposte per, limitare l'invadenza del Noleggio con conducente. Un registro nazionale di intermediari di «Ncc», un altro di car pooling e un limite provinciale per l'ambito di azione dei «noleggiatori». Ma soprattutto un tempo minimo, per esempio 90 minuti, tra la chiamata e l'uscita dalla rimessa. E per gli inadempienti sanzioni severe dalla sospensione, si ipotizza fino a 12 mesi, alla revoca nel caso di violazioni.