L'assolo del sindaco «Pochi 23mila in Duomo»

Sala teme per i 100mila e più che domenica arriveranno al concerto

«Certo il momento è difficile, ma 23mila persone sono un po' poche. Non per scaricare sulla questura e la prefettura, è chiaro che qui noi non possiamo che stare alle indicazioni, però obiettivamente il numero è ben sotto alle attese e mi dispiace». Sono per l'esattezza 23.500 gli spettatori che saranno ammessi domenica in piazza Duomo al concertone di Radio Italia, capienza massima decisa mercoledì al tavolo per l'ordine e la sicurezza sulla base delle direttive imposte dal ministro dell'Interno Marco Minniti e che il sindaco ieri mattina a caldo ha criticato. Più tardi Beppe Sala ha precisato che il Comune si adegua, «se il ministero ritiene che sia meglio fare così, è meglio fare così, in questo momento c'è poco da discutere. Ci stiamo preparando per capire cosa fare se arrivano più persone perché questo è il vero problema».