L'ausiliare Tremolada nuovo vescovo di Brescia

«A pochi giorni dal gioioso annuncio della nomina dell'Arcivescovo Mario Delpini, il Santo Padre ha preso un'altra decisione che esprime la sua stima per la nostra Chiesa nominando come vescovo della diocesi di Brescia Monsignor Pierantonio Tremolada». Lo ha detto il cardinale Angelo Scola nel palazzo arcivescovile di piazza Fontana. «La Chiesa di Brescia avrà la possibilità di toccare con mano le doti del vescovo eletto».

All'annuncio della sua nomina, il nuovo vescovo si è dichiarato emozionato, spiegando che «un incarico così non si può mai cogliere a cuor leggero. Quando si diventa vescovi si deve scrivere al Papa una lettera di proprio pugno con cui si accetta la nomina. Anche io l'ho fatto e ho detto al Santo Padre che accettavo per la fiducia che ha riposto in me, confidando nella misericordia di Dio. Spero che la diocesi di Brescia non rischi troppo», ha scherzato.

Monsignor Pierantonio Tremolada ha dichiarato di voler portare con sé «l'impronta ambrosiana, che lascia un segno indelebile. Vorrei che questo andasse in tutto e per tutto a beneficio della diocesi. Il mio desiderio è di diventare tutt'uno con la chiesa di cui il Santo Padre mi ha voluto pastore. Cercherò di essere un degno successore del mio predecessore». Serenità è la parola d'ordine del vescovo. «So che non si guadagna a poco prezzo. Abbiamo tante sfide da affrontare», ha concluso spiegando di ispirarsi molto «alla figura del cardinale Martini, che conoscevo bene».

Auguri di buon lavoro sono arrivati da Mariastella Gelmini, coordinatrice lombarda di Forza Italia. «Monsignor Pierantonio Tremolada raccoglierà l'eredità di monsignor Luciano Monari e la sua grande esperienza maturata negli anni potrà indicare la strada a tutti i cittadini bresciani e, in particolare modo, alle giovani generazioni». Anche Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, ha notato come «fin dalle sue prime parole Tremolada abbia tracciato la via per condurre la chiesa bresciana nelle importanti e difficili sfide che la attendono».