Lega all'attacco: via la licenza agli hotel che ospitano immigrati

Presentato un emendamento alla legge sul turismo. In più anche 10mila euro di multa. Salvini: "Devono fallire domani mattina"

Nessuno sconto a chi intende fare business con l'accoglienza: la Lega Nord in Regione Lombardia ha presentato un emendamento alla legge sul turismo che prevede pene severe per chi ospita profughi e migranti economici. Una multa salata da 5 a 10mila euro, oltre ad una sospensione della licenza da sei mesi ad un anno.

Dalle parole ai fatti. E' tempo che il Carroccio attacca gli albergatori che aprono le porte dei loro Hotel ai migranti. Anche oggi Matteo Salvini su Twitter è tornato all'attacco: "Gli albergatori - ha scritto il leader della Lega - che sfruttano l'immigrazione devono fallire domani mattina!".

L'emendamento 97 alla legge sul turismo è stato firmato dal capogruppo dei leghisti al Pirellone, Massimiliano Romeo, da Fabio Rolfi e dal consigliere Pietro Fioroni. Nel testo si legge: "Tutte le strutture ricettive alberghiere e non alberghiere non possono ospitare, anche in via emergenziale, soggetti entrati illegalmente nel territorio italiano che non siano stati definitivamente regolarizzati ai sensi della normativa vigente. Chiunque contravvenga a queste disposizioni è punito con la sanzione amministrativa da 5.000 a 10.000 euro e con la sospensione dell'attività per un periodo da sei e dodici mesi".

Una spiegazione del motivo di tale iniziativa è stata allegata all'emendamento stesso. "Si propone - è scritto - di evitare che le strutture destinate al turismo e alla ricettività lombarda, che giustamente si vogliono qualificare a valorizzare, possano essere utilizzate come alloggi o rifugi temporanei per soggetti entrati illegalmente nei confini dello Stato italiano (siano essi profughi o migranti "economici")". Insomma, ufficialmente una mossa a difesa degli albergatori. Che devono pensare al turismo e non all'accoglienza. Quella spetta allo Stato, che dovrebbe (e il condizionale è d'obbligo) risolvere l'emergenza attraverso centri di accoglienza e accordi con le cooperative sociali.

"Si propone pertanto - si legge ancora nella spiegazione all'emendamento - di riservare l'accessibilità alle strutture turistiche lombarde ai soli cittadini entrati regolarmente in Italia, o nel caso di migranti, in possesso di un regolare permesso di soggiorno rilasciato dalle autorità preposte e seguito dei processi di identificazione e di verifica del reale status di rifugiato".

Commenti

Giorgio Rubiu

Mar, 15/09/2015 - 11:02

Alla licenza revocata farà seguito il sequestro dell'immobile,da parte di Alfano,per essere usato come centro di accoglienza.La mossa di Salvini non elimina ne riduce "l'invasione".Elimina solo la speculazione da parte dei proprietari degli alberghi.

villiam

Mar, 15/09/2015 - 11:11

mi sembra più che giusto !!!!!!!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 15/09/2015 - 11:23

Credo che con questa mossa si possa eliminare la speculazione poichè gli albergatori se ne guarderanno bene prima di arrivare ad ospitare gente non in regola colle disposizioni italiane,viste le sanzioni applicate.

Ritratto di ..MissPiggott.

..MissPiggott.

Mar, 15/09/2015 - 11:37

finchè ci saranno migranti ci sarà sempre chi sfrutterà l'immigrazione, occorre eliminare il problema alla radice, BLOCCO NAVALE E AFFONDARE TUTTI I BARCONI

venco

Mar, 15/09/2015 - 11:39

I migranti, in quanto clandestini, non andavano mai accolti negli alberghi ma in appositi campi a cui si puo dare il pane, l'acqua ed un tetto, e non devono circolare a piede libero nel territorio.

ullo

Mar, 15/09/2015 - 11:44

tipico dei leghisti, vendicarsi.

eloi

Mar, 15/09/2015 - 11:50

DOMANDO???? Questi pseudo albergatori hanno mantenutìo il personale o lo hanno mandato a casa ed utilizzano gli "ospiti" per i servizi di cucina,sala e camera? Trentacinque euro al giorno netti mi sembra una esagerazione. Hanno ricevuto già gli euro dalle preferture o devono ricorrere alle banche per onorare le spese? Quando sarà finita questa "pacchia" chi andrà piu in tali stutture, marchate, sifa per dire, a fuoco

Ritratto di che_gue

che_gue

Mar, 15/09/2015 - 11:54

un'altra uscita di salvini che ne denota la figura di statista a livello mondiale!! bravo!! (ma fatemi il piacere.....iniziate a pensare alle cose serie!)

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 15/09/2015 - 11:55

Può essere un'idea per eliminare il buonismo interessato...

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 15/09/2015 - 12:01

Falsa soluzione. I Prefetti, ormai in balia delle cooperative e su loro richiesta, gli hotel li requisirebbero. E non le licenze, ma gli immobili stessi andrebbero definitivamente perduti. Danno tremendo. Gli albergatori che hanno provato a rifiutare sono stati minacciati dai sigg delle coop. consapevoli che, su loro domanda, i prefetti ormai fanno tutto ciò che viene loro richiesto. Schifoso intreccio di problemi di portata pubblica e nazionale con interessi di speculazione privata che mira a procurarsi gettito di merce umana e va a caccia di sistemazione ad ogni costo. Mafia a tutto campo con sostegno del potere pubblico.

polonio210

Mar, 15/09/2015 - 12:08

Invece di tenere i clandestini in alberghi,a bighellonare per paesi e città,servirebbe istituire centri di detenzione e identificazione sotto legge militare in aree deserte del nostro territorio o in isole disabitate.Ovviamente i clandestini sarebbero divisi per sesso ed i minori tolti ai presunti genitori ed affidati ad enti statali fino a che un esame del DNA non chiarisca di chi siano figli o meno.Ovviamente,i candestini, non potrebbero,per nessun motivo,uscire dal cenro e dovrebbero essere adibiti alla sua manutenzione giornaliera affinché il loro lavoro paghi il loro mantenimento.

Caiogracco

Mar, 15/09/2015 - 12:09

E della tanto sbandierata suaaidiarieata' che ne facciamo ? Ne parliamo solo quando fa comodo: quando invece si vuole criminalizzare la solidarieta', le si dimentica...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 15/09/2015 - 12:10

Ha ragione Giorgio Rubiu, è inutile il ritiro della licenza, alfano aggirerebbe l'ostacolo perché lui vuole i clandestini a tutti i costi. Gli hotel vanno demoliti con le ruspe , le sante ruspe di Salvini. E gli "albergatori (?)" che hanno tradito il loro mestiere vanno puniti facendoli sfilare davanti alle macerie con un cartello al collo: "ho cercato di speculare sugli invasori ". Lo chiameremo il giorno dei "tanti mattoni". Salvini è un grande, le sue quadrate legioni di Camicie verdi sono dure e pure e lui è un "centravanti" imbattibile, ed è nella nostra squadra. Con al regia di SILVIO BERLUSCONI farà faville!

zingozongo

Mar, 15/09/2015 - 12:14

esiste ancora la proprieta privata? se l albergo e mio posso farci quello che voglio? se davvero danno 35 euro al gionro ne ospito 10 a casa mia cosi poi la suocera leghista se ne va... 2 piccioni conuna fava ahehe

Zizzigo

Mar, 15/09/2015 - 12:19

Nei "Paesi civili" non è possibile l'ingresso senza un titolo valido. In Italia, invece, chiunque può entrare ed essere accolto, con il tappeto rosso! Che un albergatore trovi convenienza economica, nel fingersi surrogato di un campo d'accoglienza, è comprensibile, ma questo lede i diritti di tutti quelli che dimorano nelle vicinanze. Un "albergo" ha una licenza specifica, per essere luogo d'accoglienza per "ospiti" riconosciuti e riconoscibili, non per costituire l'alternativa di un "campo di attesa o concentramento".

kayak65

Mar, 15/09/2015 - 12:43

la lombardia come al solito e' sempre Avanti. speriamo che la seguino anche il resto delle regioni definite italiane

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 15/09/2015 - 13:13

Gli immigrati non dovrebbero entrare in Italia. Quelli comunque in grado di violarne i confini andrebbero accolti in strutture chiuse asorveglianza armata dove riceverebbero cibo, acqua, e un tetto. Niente altro (quindi nemmeno la corrente per ricaricare il telefonino!).

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 15/09/2015 - 13:17

Ammesso che passi, la legge verrá impugnata da un solerte funzionario dello stato (in minuscolo voluto) e da tutti i prefetti...

giuliana

Mar, 15/09/2015 - 14:26

Il contributo è destinato ai profughi, per cui, una volta accertato che il clandestino NON è profugo, E' GIUSTO che le strutture che li hanno accolti e mantenuti debbano RESTITUIRE quanto INDEBITAMENTE percepito. Possono sempre rivalersi sui loro ospiti.

giuliana

Mar, 15/09/2015 - 14:28

L'invasione del nostro paese da parte dei clandestini equivale ad una DICHIARAZIONE di GUERRA.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 15/09/2015 - 14:31

Sarei d'accordo, comunque sottolineo il distinguo: gli albergatori "magnano" fatturando tutto alla luce del sole, le coop rosse e i politici "magnano" spartendosi i soldi per l'assistenza trasformandoli in tangenti in puro stile mafioso Per politici s'intende i rossi e ncd naturalmente, ovvero quelli del: "andiamo a caricarli tutti"

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 15/09/2015 - 14:39

SONO D0ACCORDO MA CON QUESTO GOVERNO P.D. E SX TUTTA NONCHE' LO "SFASCIUME" N.C.D. DI ALFANO, DITTATURIALE. POSSONO SEMPRE CAPOVOLGERE IL TUTTO E FAR APPARIRE SEMPRE CHE IL LORO COMPORTAMENTO E' "LEGALE".-

Max Devilman

Mar, 15/09/2015 - 15:00

ullo: ci faresti cortesemente degli esempi passati, visto che dici che è tipico della lega il vendicarsi (di cosa non ci è dato sapere)????

cabass

Mar, 15/09/2015 - 15:02

Ma no! Meglio lasciare perdere queste manovre che poi si scontrano con la Costituzione, norme UE, ecc. e si rischia di dover pure risarcire questi albergatori (che non aspettano altro che ciucciare quattrini!)... Meglio essere più discreti e usare mezzi leciti, come mandargli un controllo/verifica/ispezione di qualsiasi tipo (fiscale, sanitaria, ecc.) un giorno sì e l'altro pure... Così, prima o poi, chiudono loro spontaneamente!

giacomominella@...

Mer, 16/09/2015 - 12:18

bruciarli con loro dentro, soluzione piu' economica e efficente

karl99karl

Sab, 19/09/2015 - 18:58

Anche i nazisti spaccavano le vetrine degli ebrei. Talis pater talis filius. Cambiano i metodi, per fortuna, ma la repressione delle libertà li accomuna. Complimenti ... del tubo ... al padano ignorate!