La Lega vuole una tassa sugli acquisti via Internet

Una tassa sui prodotti che vengono venduti on line come ciambella di salvataggio per i negozi della nostra regione, sempre più strozzati dalla crisi.
È solo una proposta, ma rischia già sul nascere di provocare un gran polverone. L'idea è stata buttata lì dal leghista Angelo Ciocca, presidente della commissione Attività Produttive del Consiglio regionale della Lombardia. Lo ha fatto a seguito dell'audizione di associazioni e sindacati di categoria dove è stato messo sul tavolo il tema tanto attuale quanto scottante che riguarda la crisi del commercio. Una crisi visibile ogni giorno anche nelle strade di Milano con le saracinesche che, sempre più numerose, si abbassano definitivamente. E, viceversa, le vendite on line attirano sempre più consumatori. Da qui la proposta di Ciocca: perché non tassare l'e-commerce per salvare i negozi tradizionali della Lombardia?
«Chi vende in Italia e in Lombardia, anche se il negozio sta dall'altra parte dell'oceano, deve contribuire fiscalmente, pagando una sorta di “pedaggio“ per le autostrade reali e virtuali che percorre», ha detto Ciocca, aggiungendo che «siamo pronti a utilizzare queste nuove entrate anche per sostenere la digitalizzazione e la modernizzazione dei nostri negozi storici, che vogliamo tutelare».
Ma l'uscita di Ciocca, come è facilmente prevedibile, rischia di innescare una polemica. «Il problema non è certo quello di mettere nuove tasse», ha replicato subito a caldo il consigliere del Pd Enrico Brambilla. «Se non tornano i soldi nelle tasche dei cittadini lombardi, la crisi del commercio non potrà infatti che peggiorare. Il punto dunque è far ripartire i consumi al più presto e non mettere nuovi balzelli», ha commentato Brambilla.

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 06/09/2013 - 08:30

Qualunque imbecille è capace di inventare una nuova tassa (Maffeo Pantaleoni)

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 06/09/2013 - 08:30

Qualunque imbecille è capace di inventare una nuova tassa (Maffeo Pantaleoni)

paolodb

Ven, 06/09/2013 - 13:02

Brambilla ha ragione ma l'ha spiegato ai suoi compagni di partito a Roma?