Legge anti-moschee bis: regole per tutti i centri

Il nuovo provvedimento studiato al Pirellone «Vincoli estesi a sedi nate come escamotage»

Applicare la legge «anti-moschee» a tutti i centri islamici. Allargare anche ai nuovi centri le norme già previste per i luoghi di preghiera. E possibilmente trovare un meccanismo per estendere i paletti anche ai centri esistenti. È questa la soluzione a cui la Regione sta lavorando per rendere ancora più stringenti i paletti della sua normativa. L'input della giunta regionale è partito dall'assessore all'Urbanistica, Viviana Beccalossi, che per esplicita delega del governatore Roberto Maroni si occupa di azioni finalizzate al contrasto del radicalismo islamico, e per questo ha già attivato una mappatura di moschee, associazioni e scuole coraniche. «Ho dato mandato ai tecnici di studiare soluzioni per equiparare la normativa sulle moschee ai centri islamici - spiega la esponente di Fratelli d'Italia - è evidente, infatti, alla luce dei dati forniti dai sindaci, anche di sinistra, che questi spesso altro non sono che escamotage per fare moschee senza rispettare la normativa. Questi centri possono essere aperti ovunque - prosegue l'assessore - mi hanno già segnalato appartamenti presi in affitto e poi diventati moschee».

Sono già 700 i sindaci lombardi che hanno risposto alla mappatura: «Circa il 10% delle risposte - dice Beccalossi - sono state catalogate come criticità, sono situazioni da approfondire perché potrebbero non rispondere ai requisiti previsti dalla legge sui luoghi di culto». Ora, nei piani dell'assessore, anche i semplici centri dovrebbero essere sottoposti all'iter, piuttosto gravoso, previsto da due leggi regionali, la legge urbanistica del 2005 e la recente legge 2/2015, passata alle cronache col nome di «anti-moschee». «La maggioranza è compatta - l'assessore è sicura - e nell'ultimo Consiglio è stata approvata una mozione che va proprio in questa direzione». La maggioranza di centrodestra in Consiglio e la giunta, dunque, vogliono andare avanti. E ora la palla passa alla struttura tecnica, che dovrà studiare le possibilità più appropriate per tradurre questo indirizzo politico in soluzioni tecnico-giuridiche. Due le opzioni: un provvedimento formalmente nuovo e distinto oppure un intervento sul testo dell'ultima legge, esistente.

La anti-moschee è stata molto contestata dalle comunità islamiche e impugnata davanti alla Corte costituzionale. Il rischio per la Regione è, verosimilmente, un nuovo ricorso alla Consulta (attivato dal governo, come accaduto per la legge 2, o da privati, strada scelta dal coordinamento dei centri islamici). «Per questo stiamo svolgendo approfondimenti - ammette l'assessore - ma per il nostro Giuridico, dopo un primo approfondimento, la legge vigente non rischia, e può essere impugnata solo nella parte nuova. Vale il rischio insomma». La Regione, dunque, non arretra di un centimetro dalla sua linea dura e Maroni ha già fatto sapere di condividere questa impostazione. Al Pirellone ritengono che la legge abbia fatto il suo dovere e vogliono andare avanti: «È una sensibilità dimostrata fin da subito e avvalorata da quello che sta succedendo. Se c'è una cosa certa è che non tutte le moschee sono frequentate da terroristi - ammette Beccalossi - ma molti sono passati dalle moschee».

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mar, 27/12/2016 - 09:31

Le moschee andrebbero chiuse tutte. Punto. Tanto poi gli fanno il ricorso e bloccano tutto.

carpa1

Mar, 27/12/2016 - 09:58

Come per i tumori, meglio intervenire prima che anche quello giudicato benigno si trasformi in maligno; perchè rischiare? Anche perchè abbiamo le prove che trattasi di una religione "mascherata", che predica apertamente l'annientamento degli infedeli, che poi sarebbero TUTTI QUELLI CHE NON SEGUONO I LORO DETTAMI. Ci vuole tanto per capirlo?

@ollel63

Mar, 27/12/2016 - 10:16

Tutto ciò che riguarda mussulmani e islam deve essere sradicato. Non deve esser nemmeno consentito parare, addobarsi con indumenti che ricordino quella peste.

Giulio42

Mar, 27/12/2016 - 10:43

Quando si è in guerra e noi lo siamo, si fanno leggi speciali che nessuno può impugnare, neanche i soloni di Bruxelles che ci hanno cacciato in questo guaio senza uscite. Comincino loro a rispettare le regole e si facciano carico della suddivisione dei richiedenti asilo, adesso, non parlarne tra sei mesi come previsto.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 27/12/2016 - 10:44

Già, una con le idee chiare. Che se ne infischia di chi nega di potersi alleare con i "Lepenisti".

venco

Mar, 27/12/2016 - 11:05

Nelle moschee pregano per la nostra morte.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mar, 27/12/2016 - 12:06

I mussulmani dovrebbero porsi una semplice domanda: come mai gli italiani non hanno nessun problema a convivere con religioni e strutture religiose di qualsiasi tipo, escluso islam e moschee? Non ho mai sentito cittadini essere contrari a ebrei o sinagoghe, a testimoni di geova o sale del regno, a chiese avventiste od ai suoi adepti, mentre delle moschee nessuno si fida. Forse perché sono stati i crogiuoli di tanti fanatici terroristi?

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 27/12/2016 - 12:10

Applicazione immediata e inflessibile delle leggi di guerra. Bonifica, anche con la forza delle armi, di tutte le enclave islamiche: non devono esistere "no-go zones". Chiusura immediata di tutte le moschee abusive e non. Imposizione con la FORZA degli usi e costumi occidentali: NO a velo islamico, burqa, palandrana e a tutti i simboli dell'islam. NO a islamici nelle liste elettorali. No alla sharia. Al bando il corano con divieto di sua lettura, stampa e pubblicazione. Deve essere proibita l'imposizione del nome "mohammed" ai neonati. Istituzione, con pene severissime, del reato di apologia dell'islam e del reato di "professione della sharia". No al finanziamento e/acquisto in Europa di attività commerciali da parte di stati islamici. Divieto di vendita di prodotti halal e di scritte in arabo per tutte le insegne delle attività commerciali. L'islamico che vuole rimanere in Italia deve abiurare pubblicamente.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 27/12/2016 - 12:12

Bisogna smetterla con i distinguo: tutti gli islamici sono nostri nemici!