«Letizia mi chiese di fermare Sant'Ambrogio»

«È anche colpa mia se sono passati tutti questi anni e solo ora questa piazza sta prendendo forma». Gabriele Albertini si muove tra i cumuli di pavè nel grande cantiere di piazza Sant'Ambrogio. Sotto quasi ultimato, c'è il parcheggio: osteggiato per anni, oggetto di una battaglia tra ricorsi al Tar e petizioni. «A volere i parcheggi erano 50mila milanesi, a contestarli 5mila. Ma per anni sono stati ascoltati solo quelli che strillavano». Non solo. «Una sera nel 2006, durante la campagna elettorale, Glisenti mi chiamò insieme alla Moratti e Letizia mi disse: ho bisogno di un aiuto, ferma i parcheggi. Avrei dovuto dirle: no, si va avanti».