L'INCHIESTACaso Maugeri: verso lo stralcio per Formigoni

Si profila all'orizzonte una separazione del percorso, perlomeno giudiziario, del presidente della Regione Roberto Formigoni rispetto al faccendiere Pierangelo Daccò, all'ex assessore alla Sanità Antonio Simone e agli altri indagati coinvolti nell'inchiesta sui fondi neri della Fondazione Maugeri. Da quanto trapela, gli inquirenti paiono intenzionati a stralciare la posizione di Formigoni, indagato per corruzione, in modo da proseguire gli accertamenti nei suoi confronti. I pm intendono invece procedere con la richiesta di giudizio immediato per i coindagati,perlomeno quelli ancora in stato di arresto, dal momento che la detenzione proroga il termine previsto dalla legge per tale istanza da 3 a 6 mesi. Nel caso specifico il termine scade il prossimo 12 ottobre. Per accelerare i tempi sono dunque in corso le ultime audizioni di testimoni, utili a definire i dettagli della richiesta da presentare al gip Vincenzo Tutinelli.