Liszt e Chopin in Conservatorio per ricordare Bianca Hoepli

Per Cristiano Burato repertorio polacco di cui oggi è uno dei maggiori studiosi

A due mesi dalla scomparsa di Bianca Hoepli, morta centenaria a febbraio, le «Serate musicali» hanno organizzato per lunedì sera alle 21 nella sala Verdi in via Conservatorio 12 un concerto commemorativo della figlia della dinastia Hoepli, oggi rappresentata da suo nipote, Ulrico Carlo. In pedana, il pianista Cristiano Burato che eseguirà «6 consolation S 172», i «Funerailles» e la «Vallée d'Obermann» di Franz Liszt, la «Sonata n. 2 in si bemolle minore op. 35» e la «Sonata n. 3 in si minore op. 58» di Frederic Chopin. I biglietti costano 20 euro, ridotti 15.

Cristiano Burato è considerato a livello internazionale uno dei maggiori pianisti della sua generazione per essersi diplomato con lode e menzione d'onore al Conservatorio di Mantova sotto la guida di Rinaldo Rossi, al quale deve la sua formazione artistica. Ha conseguito inoltre con lode il diploma all'Accademia di Santa Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli, studiando anche sotto la guida di Aldo Ciccolini.

Dopo aver vinto importanti premi in concorsi pianistici, tra cui il «Sydney international piano competition of Australia», il «Tomassoni» di Colonia, il «World piano competition» di Londra, il «Leeds international piano competition», si è imposto definitivamente sulle scene internazionali assicurandosi nel 1996 il concorso di Jaen e «Premio Rosa Sabater» come miglior interprete di musica spagnola. La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi nelle sale più prestigiose in Italia e all'estero, dalla Scala all'Auditorium di Santa Cecilia, dal teatro Olimpico ai principali palcoscenici internazionali a Sydney, Londra, Vienna, Zurigo, New York, Edimburgo, solo per citare i più importanti.

Burato ha collaborato con prestigiose orchestre (Filarmonica della Scala, Orchestra sinfonica della Rai, Philarmonia Orchestra di Londra, Sydney Philarmonic Orchestra, Wiener Kammerorchester, ecc) e importanti direttori tra i quali spiccabno i nomi di Simon Rattle, Lü Jia, Marcello Viotti, Alun Francis, Mario Bellugi, Ravil Martinov, Umberto Benedetti Michelangeli, Frank Shipway, Cristian Maendel. Attualmente è uno dei più ricercati e raffinati interpreti degli spartiti chopiniani di cui è considerato un esperto, al punto da essere invitato ad esibirsi in numerosi concerti dedicati al compositore polacco sul quale ha tenuto una conferenza in California e diverse master class in Italia e all'estero. Insegna al conservatorio di Bolzano.