Il liuto di Abramovich per «Milano Arte Musica»

La sesta edizione di «Milano Arte Musica» prosegue con il quattordicesimo appuntamento venerdì 16 agosto, nella raccolta sala Capitolare del Bergognone della Basilica di Santa Maria della Passione. L'artista spagnolo Ariel Abramovich dedica un raffinato programma al liuto e alla vihuela, con le musiche medievali e rinascimentali di Canova, Narváez, Mudarra, da Ripa, Fiorentino, Milàn, Richafort e un particolare omaggio a John Dowland, nel 450° anniversario della nascita del compositore e liutista inglese. Saranno rappresentati i quattro generi musicali fondamentali della musica strumentale del Cinquecento: l'intavolatura di musiche vocali, le danze, le composizioni in stile imitativo e le forme più libere delle variazioni. Il concerto è proposto in tre turni: alle 16.30, alle 18.30 e alle 20.30, data la limitata capienza della sala della basilica di via Conservatorio, a due passi dall'istituto musicale milanese.