L'operosità dei lombardi farà 100 tappe in regione

L'esposizione itinerante girerà poi tutte le città

Ventiquattro tappe nelle 12 province lombarde, oltre 4mila cittadini incontrati nei focus group, 184 autorità civili e 11 religiose, 48 realtà del lavoro e del commercio, 25 strutture di cura e solidarietà, una decina di realtà formative, 27 monumenti e luoghi di arte e cultura visitati. Sono solo alcuni dei numeri di questa prima parte di «100 tappe in Lombardia», il viaggio di lavoro e di ascolto del Consiglio regionale attraverso il territorio lombardo.«La Lombardia è capace di grandi sorprese rivelando una capacità formidabile di dare sempre risposte concrete e innovative alle nuove esigenze dei tempi e di far emergere e promuovere al meglio le eccellenze tipiche di ogni suo territorio ha detto il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo -. Uscire dal Palazzo per conoscere direttamente i protagonisti della vita civile, economica e sociale della nostra regione ci ha permesso di rinsaldare le ragioni del nostro mandato aiutandoci a comprendere i bisogni e a fornire possibili soluzioni praticabili. Abbiamo tradotto i problemi e le esigenze che man mano emergevano in atti di indirizzo per il governo regionale approvati e condivisi dall'Assemblea consiliare».Cattaneo ha inaugurato ieri mattina a Palazzo Pirelli, nella pausa dei lavori consiliari, la mostra Viaggio in Lombardia. Gesti di operosità che portano in sé la positività del futuro. La mostra documenta, attraverso foto e oggetti, le persone, i luoghi e le istituzioni al centro dell'iniziativa «100 tappe in Lombardia», che ha preso il via nel luglio 2013 da Lodi e ora proseguirà attraverso incontri con le realtà lombarde più significative organizzate per filiera. All'interno della mostra sono esposti oggetti dell'Erbolario di Lodi, del Museo di Arte e Tradizione contadina di Olevano Lomellina, del Consorzio Melavì di Sondrio, della Scuola Museo del Violino di Cremona, dell'Università Carlo Cattaneo e della Liuc di Castellanza. Un ringraziamento particolare è stato rivolto dal presidente Cattaneo al fotografo Carlo Meazza per le fotografie donate alla mostra e allo scrittore e narratore Fabio Cavallari per la cura dei testi.La mostra, promossa in collaborazione con Eupolis e ospitata all'interno dello Spazio Eventi al primo piano di Palazzo Pirelli, sarà visitabile per tutto il mese di febbraio ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, con una apertura straordinaria programmata per domenica 28 febbraio, quando sarà possibile salire e visitare anche lo spazio Belvedere al trentunesimo piano, da dove si gode di un panorama unico.