L'ultima idea nata in casa Pd: tutto il centro chiuso alle auto

«Una zona dove i movimenti avvengano prevalentemente a piedi, in bicicletta e con i mezzi pubblici, dove il territorio sia un reticolo di mobilità dolce». No, non è l'utopia di qualche ambientalista ritiratosi in un'isola deserta, ma la visione dei residenti di zona 1. Sì proprio quelli che avevano promosso il ricorso al Tar contro Area C (e l'avevano perso), che si erano incatenati sotto i varchi delle telecamere per protestare contro quello che definivano un provvedimento «scorretto e discriminatorio».
Bene, quelle stesse persone, della maggioranza di centrosinistra, hanno proposto e approvato nel loro parlamentino un ordine del giorno per «limitare il traffico ai non residenti (o non possessori di ricovero auto in struttura) ad eccezione di dei veicoli elettrici o a emissione zero (salvo crescita eccessiva del loro numero) attuata per fasi, a partire dal nucleo centrale (entro la Cerchia dei Navigli). Si ritiene che tutta la zona debba essere al più presto qualificata come zona 30».
In sostanza con il documento approvato tre giorni fa gli abitanti della Cerchia dei Bastioni chiedono che l'accesso al centro venga vietato alle auto, con la sola eccezione di quelle dei residenti. Tale chiusura sarebbe da attuarsi in due fasi fino a comprendere tutta Area C.

Commenti

ferry1

Sab, 21/12/2013 - 12:06

i soliti radical-chic del centro non contenti dei benefici a loro regalati con l'area C :righe gialle,righe blue,entrate ed uscite gratuite e scontate scaricando sulle periferie il traffico dei pendolari ed il conseguente inquinamento,vogliono ora escludere gli altri cittadini milanesi dal centro e riservarselo tutto a loro.Bravo PD è cosi' che si difendono i meno abbienti abitanti della periferia!A proposito quando si tratta di pagare le tasse sulla casa,i signori del centro,grazie ai parametri catastali a favore degli immobili, ora di pregio, del centro ma accatastati molto tempo fa pagano meno degli immobili di periferia.Evviva l'equità dei trinaricciuti!

maleo

Sab, 21/12/2013 - 13:05

Ma credono di essere proprietari della Cittá?mi risulta che si ancora nello stato Italiano o Milano fa repubblica a se?meriterebbero di restare chiusi nel loro benedtto Centro senza che si rifornito dai mille operai per le riparazioni degli appartamenti,fornitori di negozi,clienti dei vari studi e boutique,che oggi pagano ticket e prendono multe per lavorare e servire sti quattro deficenti!

mrwatson52

Sab, 21/12/2013 - 17:09

Bella idea! Peccato che il documento non preveda anche la costruzione di una recinzione con filo spinato, sacchi di sabbia, mitragliatrici e preventive richieste di almeno un anno previo verifica di preferenziali per salvaguardare la zona 1. In tutte le altre zone si può inquinare gratis e fare tante altri danni purché non sia compromesso oltre all'inquinamento anche l'esistenza,la funzionalità ed il quieto vivere del quadrilatero e dei palazzi del potere.