L'ultima tentazione del Comune Il biglietto del tram a 1,70 euro

Abbonamento versus biglietto. Con la voragine nel bilancio che tenderà a peggiorare l'anno prossimo, la giunta comunale vuole aumentare gli incassi dai mezzi pubblici e sta studiando la via meno impopolare. I rincari, ha insistito venerdì il sindaco nella riunione fiume sulle nuove tariffe dei servizi, dovranno slittare il più possibile al 2014. Ma il dossier Atm è il più delicato. La maggioranza in giunta spinge per il ritocco degli abbonamenti, visto il prezzo è fermo da dieci anni. Potrebbe salire del 10 o 15%, nel primo caso il mensile passerebbe da 30 euro a 35 e l'annuale da 300 a 350 euro. Con l'adeguamento Istat, si correggerebbero ovviamente verso l'alto anche le cifre dei ticket speciali, da quelli riservati alle famiglie a quelli per gli over 65 (sessant'anni per le donne) che oggi spendono 16 o 170 euro per le due tessere. Una manovra che a parità di abbonati dovrebbe portare nelle casse di Palazzo Marino nel 2014 circa 18 milioni. Ma l'assessore Maran spinge invece per evitare i ritocchi agli abbonati e portare da 1,50 a 1,70 euro il ticket singolo. Ma per un pezzo del Pd la mossa è troppo impopolare.