L'ultimo divieto del Comune? Niente bibite gratis

Per ridurre i rifiuti durante la Settimana del Mobile Palazzo Marino si inventa l'ennesimo vincolo

Addio alle «oasi» per il popolo esausto - e assetato - del «Fuorisalone». Le lattine omaggio (principalmente offerte da Coca Cola o RedBull)) erano quasi una garanzia negli anni passati: saltando da una mostra a una bottega di design, il turista afferrava al volo una bibita e si rinfrescava senza perdere tempo con una sosta al bar. Ma il sindaco ha firmato un ordinanza che vieta dal 14 al 19 aprile nei quartieri del Design non solo la vendita e distribuzione di bottiglie di vetro, ma anche le lattine in omaggio. Questione di sicurezza, tra i motivi, ma soprattutto di degrado. L'anno scorso durante il Salone del Mobile il Comune fu preso di mira per le montagne di rifiuti sparsi in centro. I mezzi dell'Amsa ovviamente giravano spesso a svuotare i cestoni nelle strade più interessate dagli eventi, ma l'immagine in generale è stato di degrado. Più i residenti dei turisti si sono lamentati per la sporcizia in giro. E ad intasare i cesti della spazzatura, spesso e sovente, erano proprio le lattine di bibite omaggio, o i visitatori le abbandonavano lungo i marciapiedi. La giunta ha quindi scelto di giocare sulla prevenzione (delle polemiche, soprattutto) vietando «la distribuzione a titolo oneroso o gratuito di bevande in bottiglie di vetro e contenitori di latta», al fine di «garantire oltre al disagio igienico-ambientale» i «gravi rischi per la sicurezza urbana e per l'incolumità dei passanti derivanti dal loro abbandono disordinato». Un passaggio, quest'ultimo, che riguarda soprattutto il rischio che si inciampi in cocci di vetro.

Per scoraggiare il fenomeno della «lattina selvaggia» la giunta ha fissato una multa da 450 euro a carico di chi provasse a allestire dei corner per pubblicizzare il prodotto con una lattina omaggio. Normalmente, per la violazione delle ordinanze sindacali viene stabilita (tra 25 e 500 euro, il minimo e il massimo) il pagamento della sanzione in misura ridotta, pari a 50 euro. Ma in questo caso si considera «inadeguato all'effettivo danno sociale causato dalla violazione» oltre che «di scarsa efficacia deterrente e preventiva».

Le zone «off limits» per bottiglie e lattine omaggio, dunque, saranno Tortona e dintorni (il quartiere di Porta Genova), Lambrate, una delle aree più vive durante il Fuorisalone, poi le vie dell'arte e dell'artigianato di Brera, Porta Venezia e infine l'area denominata come le «Cinque vie», che si estende dal Castello Sforzesco a via De Amicis ed è caratterizzata, come cita la delibera, «da showroom e organizzatori che operano nel mondo dell'arte e dell'artigianato». Per la settimana del design sono attese migliaia di persone, in arrivo dalle altre regioni e in gran parte dall'estero. Sarò anche un'(ultima) prova generale per Expo, per pulizie e tenuta dei mezzi pubblici. In zona Tortona verrà creata come negli anni passati una zona a traffico limitato. Tra i luoghi clou degli eventi collegati c'è anche l'Università Statale (anche se la zona non rientra tra quelle dell'ordinanza sindacale).

Commenti
Ritratto di randagio41

randagio41

Sab, 04/04/2015 - 08:50

Questo sindaco è proprio un poveretto, ci sono altre soluzioni; ma il suo cervello purtroppo non ci arriva. Meno male che non lo rivedremo più .

Ritratto di randagio41

randagio41

Sab, 04/04/2015 - 09:19

Un sindaco col cervello di gallina. (Forse sto offendendo le galline)

roberto bruni

Sab, 04/04/2015 - 09:46

Intanto le galline si sono offese.. Ma aggiungere decine di raccoglitori per alluminio sembrava una idea troppo intelligente per questo ...signore? Meno male che manca solo un'anno, poi speriamo di non sentirme mai piu' parlare. Il peggior sindaco che Milano ricordi. Speriamo che al momento del voto, il prossimo anno ci si ricordi cosa hanno fatto. Tra l'altro, non dimentichiamolo, questo Signore ha di fatto massacrato l'Expo, che con tanta fatica la Sig.ra Moratti aveva portato a casa. E, a proposito di EXPO, prepariamoci a figure diciamo imbarazzanti a livello mondiale. Non sara' assolutamente pronto, non saranno pronte le vie di comunicazione, ci sara' un caos indescrivibile sulle tangenziali limitrofe. Ci sara' da vergognarsi

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 04/04/2015 - 11:14

Ricapitoliamo: se lasciamo liberi Coca Cola e Red Bull di distribuire gratuitamente le lattine delle bibite ci ritroveremo invasi dai rifiuti... quindi colpa di Pisapia. Se al contrario si vieta la distribuzione gratuita delle suddette bibite trattasi dell'ennesimo sopruso, quindi... colpa di Pisapia. Propongo agli sponsor di ideare un contenitore commestibile, da consumare dopo aver tracannato il contenuto, e qualora saltasse fuori che provoca la dissenteria, beh... potremo sempre dire che è colpa di Pisapia.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 04/04/2015 - 12:02

Vietare «la distribuzione a titolo oneroso o gratuito di bevande in bottiglie di vetro e contenitori di latta». Se il virgolettato è giusto, allora sono salve tutte le bibite in bottiglia di plastica, in bicchierino di plastica, in contenitore tetrapack e via inventando. Altro che «garantire oltre al disagio igienico-ambientale» i «gravi rischi per la sicurezza urbana e per l'incolumità dei passanti derivanti dal loro abbandono disordinato», il disordine post bisboccia ci sarà lo stesso. W Pisapia e i suoi consiglieri. Sekhmet.

Giorgio5819

Sab, 04/04/2015 - 12:11

Il permesso di imbrattare e impestare Milano è strettamente riservato ai centri sociali, ai rom, ai clandestini, ai soliti amici di un sindaco buffone.

FRANZJOSEFF

Sab, 04/04/2015 - 19:31

NON VI PREOCCUPATE OFFRIRA' CHAMPAGNE FRANCESE PERCHE' ODIA L'ITALIA

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 05/04/2015 - 09:52

MA INSOMMA, ANCHE NELLE FIERE DI PAESE (ALMENO IN EMILIA) SI METTONO ENORMI CONTENITORI DI CARTONE PER BUTTARE LATTINE E AFFINI, COSTO MINIMO E RESA MASSIMA. TEMO SIA INVECE UN FAVORE FATTO AI BAR DELLA ZONA E INTERNI ALL'EXPO , E CHE SPERO VENGANO CONTROLLATI A VISTA DALLA FINANZA. A MILANO GLI UNICI AUTORIZZATI A BUTTARE DI TUTTO SONO GLI EXTRACOMUNITARI. BAH...

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 05/04/2015 - 16:16

Giustificato:mica ed Kompagnuzzo si possa permettere il vinodi Baffino!

FRANZJOSEFF

Dom, 05/04/2015 - 17:42

LO SAPETE PERCHE' PISAPIPPA HA INVENTATO QUESTA CRETINATA? VI RICORDATE IL FILM DI FANTOZZI QUANDO BENE L'ACQUA GASSATA? EBBENE HA PAURA CHE TUTTI COLORO CHE HANNO BEVUTO ACQUE GASSATE LO VEDONO LO STOMATO DI QUESTI BRAVI CONSUMATORI SI AGITA E DIVENTANO COLLEGHI DI FANTOZZI IMMAGINATE COSA FAREBBERO A PISAPIAPPA?

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Lun, 06/04/2015 - 09:41

Pisapia! ma quando libererai Milano dalla tua inutile e imbarazzante presenza. Rimarrai nella storia come il peggior sindaco che Milano abbia mai avuto.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 06/04/2015 - 10:37

ma perchè non si decide ad andare subito axxxxxxxo senza aspettare la scadenza del suo mandato di emme? deve rompere i nostri poveri cxxxxxxi fino all'ultimo questo stramaledetto incapace protettore di rom e feccia simile.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 07/04/2015 - 09:10

Migliorare il servizio di pulizia stradale no?