Madre e figli sorpresi a rubare rame: presiVia Olivari

Più che una banda, si potrebbe definire un'azienda a conduzione famigliare, visto che i tre ladri sorpresi a rubare rame erano rispettivamente madre e due figli. In manette la donna e il ragazzo più grande, ormai maggiorenne, mentre il fratello, avendo soli 15 anni, se l'è cavata con una denuncia e ieri mattina è stato riconsegnato al padre. La curiosa «gang» è stata scoperta l'altra notte verso le 3, dopo che alcuni residenti avevano chiamato il 113 segnalando movimenti sospetti in via Olivari. Un equipaggio individuava una vettura attorno alla quale stava in attesa una donna e un ragazzo. I due hanno cercato di fare gli indifferenti spiegando che stavano aspettando un non meglio precisato «amico». E così anche gli agenti hanno deciso di attendere questa fantomatica persona. Che si è materializzata di lì a poco, tutta sporca di grasso e terriccio. In breve i poliziotti hanno accertato come si trattasse di una famiglia di macedoni, mamma, 39 anni, e figlio di 19, entrambi pregiudicati, più il secondo ragazzo di 15 anni. Un rapido sopralluogo ha permesso di scovare dietro il cespuglio una matassa di rame appena prelevata dalla cabina elettrica nei pressi della ferrovia. Inevitabili le manette per madre e figlio, mentre il quindicenne è stato affidato al padre.