Il maestro Ughi e il suo violino battezzano il Gasparo da Salò

Non solo i virtuosi dell'archetto quest'anno in riva al Garda per l'edizione numero 55 del prestigioso Festival violinistico internazionale Gasparo da Salò. Perché oltre a grandi stelle come il maestro Uto Ughi, nella bella piazza Duomo di Salò arriverà per la prima volta anche un monumento della fisarmonica jazz (ma trasversale) come il francese di origini italiane Richard Galliano. L'appuntamento con l'inaugurazione è per sabato quando Ughi suonerà il suo prezioso Guarneri del Gesù del 1744. Al suo fianco la Camerata Ducale specializzata nella musica per archi e domenica Ughi presenterà il libro autobiografico «Quel diavolo di un trillo», edito da Einaudi. Stessi protagonisti il 20 Luglio insieme a Guido Rimonda che con uno splendido Stradivari eseguirà un programma virtuosistico da Mozart a Paganini. Il 27 luglio toccherà ai beniamini del popolo YouTube (la loro versione di Smooth Criminal di Michael Jackson ha battuto ogni record in fatto di contatti) i 2Cellos del croato Stjepan Hauser e dello sloveno Luka Sulic. Formidabili violoncellisti, sono stati lanciati da Elton John e suonano i classici del pop e del rock da Michael Jackson agli U2. Il 3 Agosto gran finale con Galliano, la Camerata Ducale e lo stesso Rimonda violino solista. In cartellone domenica 28 luglio anche la Gasparo da Salò, l'orchestra a fiati cittadina con un programma originale tutto a stelle e strisce che sposa fiati e archi con brani di autori come Gershwin, Bernstein e la prima italiana del Concerto per fiati e viola di Morton Gould.
Per la prima volta all'Estate musicale del Garda spazio a un ciclo di conferenze tra cui «Libiamo ne' lieti calici, l'alfabeto della cucina verdiana» condotta da Roberto Codazzi da anni direttore artistico del Festival e dedicata alle preferenze enogastronomiche del compositore venerdì alle 21,30 nel Palazzo Municipale, Loggia della Magnifica Patria. Al termine preparazione del famoso risotto «alla Verdi» di Carlo Bresciani, executive chef e patron dell'Antica Cascina San Zago di Salò. Negli altri incontri i 150 anni della nascita di Gabriele d'Annunzio in un'analisi del rapporto strettissimo tra il Vate e la musica. E lunedì 15 celebrazione con parole e note dei 140 anni del Teatro Comunale di Salò e si racconterà del violino nella musica popolare, con particolare riguardo alla tradizione della Valle del Caffaro. Informazioni su www.prolocosalo.it e www.comune.salo.bs.it.