Omicidio di Casate/ La mamma: «Pensavo di averlo tranquillizzato»

«Subito dopo il litigio di mercoledì sera con Rocco, Davide si è precipitato da me, disperato. Ho cercato di consolarlo come potevo, di tranquillizzarlo, anche se sembrava fuori dalla grazia di Dio».

La signora Vincenza, madre di Davide Spadari, dopo la tragedia di Bernate Ticino, ieri mattina è stata sentita dai carabinieri che l'hanno raggiunta nella sua abitazione di Buscate, in via Pietro Micca, dove abita proprio accanto all'abitazione del figlio.

«Dopo il nostro colloquio se n'è andato: mi sembrava più rasserenato, più tranquillo. Non avrei mai immaginato che potesse commettere un duplice omicidio» ha concluso la donna in lacrime davanti agli investigatori.