Manager delle assicurazioni muore sommerso dalla neve

È morto ieri in Val D'Aosta in un banale incidente sugli sci Giorgio Trombetta, uno dei massimi dirigenti del gruppo assicurativo Generali in Italia. Il manager era uscito sabato mattina per una giornata sulla neve ed era stato visto l'ultima volta pranzare in una baita poi più nulla. In serata i famigliari hanno lanciato l'allarme facendo scattare le ricerche concluse nella notte quando il corpo è stato recuperato da un cumulo di neve. L'uomo, ormai semi assiderato, è stato portato in ospedale dove ha cessato di vivere qualche ora dopo.
Trombetta, 58 anni, originario di Varese erano uno dei più alti manager del gruppo Generali, e recentemente era stato nominato in un gruppo ristretto di otto dirigenti per rilanciare e ridisegnare il gruppo assicurativo. Il top manager, esperto sciatore, aveva deciso di trascorrere un fine settimana nella sua casa a La Thuile, ultimo comune Valdostano prima del confine francese a circa 1.500 metri d'altezza. Sabato mattina è uscito per una escursione sotto il Piccolo Sanm Bernardo interrotta dalla colazione verso le 14 poi più nulla e verso le 17 i famigliari hanno lanciato l'allarme. Sagf di Entreves, Soccorso alpino valdostano, Pisteurs securistes, Guardia forestale, Vigili del fuoco e Carabinieri hanno setacciato tutta la zona del rientro, a partire dal ristorante sulle piste dove si era fermato a mangiare sino al fondovalle. Le ricerche si sono concluse solo verso l'una di notte quando sono stati avvistati gli sci spuntare da un cumulo di neve. Secondo una prima ricostruzione Trombetta sarebbe infatti caduto da un muretto seminascosto sotto la coltre bianca, finendo a testa in giù e sprofondando per tutto il corpo. È rimasto così imprigionato tra la parete e la neve, incapace di liberarsi da solo ma anche di chiamare aiuto. E già al primo imbrunire quel poco che spuntava dalla neve era pressoché invisibile.
Una volta soccorso è stato trasportato ancora in vita all'ospedale di Aosta ma le sue condizioni erano disperate. La temperatura del suo corpo era infatti scesa a 24 gradi. I medici si sono prodigati fino all'alba, quando sono riusciti a far risalire il termometro fino alla soglia dei 30, ma il fisico alla fine ha ceduto.
Trombetta è un personaggio assai noto in città dove si era trasferito negli anni 80 per iniziare una brillante carriera manageriale. Dopo la laurea in Economica e Commercio conseguita alla Cattolica, nel 1980 era entrato come revisore di conti alla Reconta Sas per poi passare alla Touche Ross nel 1983, anno in cui si iscrive anche all'Ordine professionale. Nel 1990 passa alla Reconta Ernst & Young e infine nel 2002 entra in Generali. Qui inizia la sua rapida scalata che lo porta a diventare uno dei più stretti collaboratori dell'attuale numero uno in Italia Raffaele Agrusti. Recentemente era stato incaricato di coordinare gli otto gruppi di lavoro che avrebbero dovuto ridisegnare e rilanciare il gruppo assicurativo in Italia.