Maratona di solidarietà: tre milioni per le onlus

È la cifra che la gara milanese ha devoluto con la Rete del Dono

Si corre sempre per un buona causa e Andrea Trabuio, responsabile degli eventi di Rcs e della Milano Marathon ne fa un punto di orgoglio: «Complessivamente dalla sua nascita nel 2010- spiega- il programma di raccolta fondi legato alla maratona di Milano ha raccolto oltre 3milioni di euro e ha visto la partecipazione di 340 diversi Charity Partner. Il nostro obiettivo è quello di diffondere un approccio anglosassone, coinvolgendo attivamente i partecipanti e le singole non profit in una campagna solidale di cui farsi direttamente portavoce, promotori e sostenitori». Un progetto cresciuto nel tempo e che conferma la corsa milanese come il più rilevante evento sportivo singolo italiano per attività di fundraising. Così a poco meno di 40 giorni dal via della sedicesima edizione che si correrà domenica 3 aprile sono state presentate nella libreria Open di Viale Monte Nero le numerose iniziative legate al Charity Program 2016. Supportato, come sempre, dai Podisti da Marte l'associazione podistica fondata da Fabrizio Cosi, scomparso pochi mesi fa e premiato con l'Ambrogino d'Oro alla memoria: «Vogliamo rendere questa edizione di Milano Marathon una grande festa anche per Fabrizio- ha ricordato l'assessore allo sport Chiara Bisconti- La nostra idea è di avvicinare sempre di più i cittadini alla corsa». Corsa solidale nel caso delle staffette. Le iscrizioni alla Relay Marathon potranno infatti essere effettuate solo ed esclusivamente tramite i 65 Charity Partner organizzati per l'attività di raccolta fondi con il contributo di Rete del Dono, il più grande portale di crowfunding e personal fundraising in Italia, che nel 2015 ha permesso di raccogliere oltre 300.000 Euro attraverso il suo sito(www.retedeldono.it). Sarà quindi una festa di sport che servirà a dare una mano a chi è in difficoltà. E arrivano anche gli auguri di due ospiti speciali. Giusy Versace, atleta paralimpica e conduttrice televisiva, che ha voluto inviare un videomessaggio con il suo personale incoraggiamento a tutti gli atleti che il prossimo 3 aprile si metteranno in gioco per una buona causa. E Serginho, storico terzino brasiliano del Milan e testimonial di Fondazione Milan, che ha raccontato la sfida intrapresa dalla Public Charity rossonera con il progetto Play For Change. «Siamo molto contenti di correre al fianco di RCS Sport- ha detto Serginho- Il nostro obbeittivo è raccogliere fondi per sostenere un programma di sostegno a ragazzi difficili grazie al quale tanti giovani a rischio potranno guardare con rinnovata fiducia a un futuro migliore». Ma quest'anno le staffetta solidali saranno un momento di grande emozione per molti maratoneti: « Emozione e gioia per ricordare Fabrizio, così come avrebbe voluto- racconta Trabuio- Correre per una buona causa, sempre era il suo motto ed è diventato ormai anche quello di Milano Marathon».ARuz