Maratoneti e ciclisti scendono in pista a Monza

La 12 ore in bici e la Mezza Maratona, pedalando dal tramonto all'alba e poi correndo

Antonio Ruzzo

Tutti in pista a Monza ma non sarà un fine settimana dove romberanno i motori. Sfileranno in silenzio prima i ciclisti e poi i podisti nella 12 ore Cycling marathon e nella Mezza maratona di Monza che l'organizzazione di Followyourpassion ha messo insieme in un lungo evento di sport in programma sabato e domenica. Un'occasione unica per correre in bici e a piedi sulla stessa pista dell'autodromo in solitaria con una squadra e con un pizzico di goliardia che non guasta. Due «popoli» amanti della fatica che per una notte e una mattinata prenderanno possesso del tempio della velocità tra curve e rettilinei che hanno segnato la storia motoristica italiana come la variante della Roggia, le curve di Lesmo, la variante Ascari o la Parabolica. «La cycling marathon è una sfida che dura una notte- spiega Andrea Massimello- e proverà a regalare un sogno. Siamo alla quarta edizione e quest'anno abbiamo deciso di entrare nella famiglia di Followyourpassion perche questo è un format che ha voglia di crescere. L'idea è quella di affiancarsi a quelle gare europee che in Francia, Belgio, Olanda si svolgono negli autodromi coinvolgendo professionisti ed amatori ed hanno un gran seguito di appassionati». La 12 ore di Monza partirà alle ore 19 di sabato e arriverà alle ore 07,00 del giorno dopo. «Al momento sono più di 50 i team iscritti- spiegano gli organizzatori- ma le iscrizioni resteranno aperte fino al 14 settembre». La 12H Cycling Marathon fa parte del Endurance Cycling Circuit che unisce tutte le gare di ciclismo endurance (di 6, 12 e 24 ore) che si disputano in autodromi di fama internazionale in Europa e non solo. E quando la fatica dei ciclisti sarà terminata toccherà ai podisti scendere in pista nell'ormai classica edizione della mezza maratona di Monza che partirà dall'autodromno per poi sconfinare nel parco seguendo il classico percorso ormai collaudato su quattro distanze di 5, 10, 21 e 30 chilometri: «L'idea è quella di mettere insieme i due eventi che però restano distinti anche se qualche partecipante alla 12 ore poi proseguirà la sua fatica correndo la mezza- spiga Marcello Magnani, amministratore delegato di Mg sport- E' un sfida nella sfida che vedrà al via tra i top runner sicuramente Valeria Straneo, che torna in gara dopo un lungo infortunio e sta preparandosi per correre a dicembre la maratona di Valencia e probabilmente anche Sara Dossena che potrebbe decidere di correre i 30 chilometri in preparazione alla maratona di New York».