Marocchino teneva 600mila euro di droga nascosta in casa

Un marocchino di 39, immigrato regolare in Italia con diversi precedenti penali è stato arrestato a Milano con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio dagli agenti di polizia che lo seguivano da giorni

Un marocchino di 39, immigrato regolare in Italia con diversi precedenti penali è stato arrestato a Milano con l'accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio dagli agenti di polizia che lo seguivano da giorni.

Lunedì sera, dopo lunghi appostamenti e pedinamenti, gli agenti hanno atteso che l'uomo arrivasse nel suo appartamento di Cologno al Serio, nel bergamasco, e lo hanno arrestato appena è sceso dall'auto. In tasca i poliziotti gli hanno trovato una chiave di un box situato nel cortile dell'abitazione. Qui gli investigatori, nascosti in una botola, hanno scoperto tre scatole con 177 panetti di hashish per un peso totale di 87 chili e 356 grammi. Un quantitativo di droga che, una volta immesso sul mercato, avrebbe fruttato circa 600mila euro. Sui "pezzi", si legge su Milanotoday, tutti attorno ai 500 grammi, c'era un disegnino stilizzato che con ogni probabilità indicava la partita di droga. Nell'appartamento i poliziotti hanno trovato la suocera e la figlia dodicenne dello spacciatore, che è stata affidata proprio a sua nonna.

Commenti
Ritratto di nando49

nando49

Gio, 15/03/2018 - 17:07

Ma i "diversi precedenti penali" non dovrebbero autorizzare la espulsione immediata dal nostro paese? Alla fine ci dovrà pensare Salvini che alle prossime elezioni prenderà un ulteriore 15\20% di voti?

Luisigno

Ven, 16/03/2018 - 09:02

Stava lavorando per pagarci la pensione a noi Italiani liberi e uguali.