Maroni chiede a Roma zone speciali al confine

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato a maggioranza la proposta di legge al Parlamento che chiede di istituire nelle zone al confine con la Svizzera, una serie di cosiddette « Zone economiche speciali» (Zes), con vantaggi fiscali che rendano il territorio più competitivo e attrattivo, cercando di arginare i fenomeni di delocalizzazione delle imprese. La proposta dovrà percorrere un preciso iter Parlamentare e ottenere l'approvazione da parte delle Camere. La Regione ha calcolato che, se venisse applicato questo provvedimento, le agevolazioni Irap sarebbero pari a 400 milioni l'anno, quelle per l'Iva di oltre 600 milioni. Fra i requisiti immaginati, quello che le imprese beneficiarie restino nelle Zes per almeno 5 anni, mentre il personale assunto dovrà provenire al 90% dalla Lombardia.