Maroni esulta per il trionfo dei bavaresi «Un modello»

«La Csu trionfa in Baviera. Ottima notizia. Congratulazioni a Seehofer, riconfermato per il buon governo della regione. Esempio da seguire»: questo il «tweet» di Roberto Maroni a commento della vittoria delll'Unione cristiano-sociale (Csu) alle elezioni regionali in Baviera. Il governatore della Lombardia accoglie con entusiasmo il successo del suo omologo del Land bavarese, Horst Seehofer. Il sessantaquattrenne «Leone di Baviera» ha riconfermato fino al 2018 il suo mandato. Quasi un plebiscito, il suo: con il 49 per cento delle preferenze, ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi, migliorando la performance del 2008, quando vinse con il 43,4 per cento. Quello che conta per Roberto Maroni è il metodo forte e incentrato alla salvaguardia economica della sua regione, anche con iniziative che possono essere sembrate delle provocazioni. Ultima, fra tutte, l'idea di imporre un dazio ulteriore ai pedaggi pagati sulle autostrade dagli automobilisti stranieri. Fatti fuori anche i verdi, all'ultima stazione di un declino inarrestabile, con l'8,5 per cento, la Csu si propone come interlocutore forte dei socialdemocratici (Spd) alla disperata ricerca della riconferma del cancellierato di Angela Merkel.